martedì 18 agosto 2009 – 18:28
CAMPANIA – Legambiente: “Dai roghi un ritorno economico”
Gli incendi vengono appiccati perché c’é un ritorno economico. Ad essere certo della causa dolosa dietro ai numerosi roghi divampati negli ultimi giorni in Campania è il presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo, secondo cui gli interessi economici sono rappresentati dall’abusivismo edilizio, dall’allargamento delle zone di pascolo ed agricole, dal bracconaggio e dal rimboschimento. Basti pensare, spiega Buonomo, che solo il rimboscamento costa 2.000 euro all’ettaro. La Campania aggiunge il responsabile regionale di Legambiente è una regione che viene promossa sul catasto delle aree incendiate, ma bocciata sulla prevenzione e sensibilizzazione: sei comuni campani su dieci hanno realizzato il catasto delle aree bruciate, ma solo il 33% ha svolto campagne informative e il 33% ha avviato campagne di avvistamento e prevenzione incendi.
Autore: Redazione di Radio Alfa
noreply@radioalfa.fm
———————————–
martedì 18 agosto 2009 – 08:23
CAMPANIA – Nappi spiega come funziona la rete di protezione antincendi
In questi giorni di emergenza incendi in Campania è attiva anche una sala operativa regionale, con sette strutture provinciali, 20 centri operativi territoriali, 35 centri operativi e 70 nuclei degli enti delegati di comunità montane e province. La sala operativa regionale si trova al Centro direzionale di Napoli e risponde al numero verde 800.44.99.11. Il quadro organizzativo, come ha spiegato, l’assessore regionale all’Agricoltura Gianfranco Nappi, si impernia su 250 istruttori di vigilanza e 8 funzionari antincendio boschivo. A questi si affiancano 1300 operai idraulico-forestali che fanno capo agli enti delegati, e 600 dipendenti della SMA Campania, società mista della Regione Campania.
Autore: Redazione di Radio Alfa
noreply@radioalfa.fm
————————————-
COMUNICATO STAMPA DEL 12 AGOSTO 2009
SERVIZIO ANTINCENDIO BOSCHIVO DELLA REGIONE CAMPANIA, DOMATO L’EVENTO A MONTE DI PROCIDA
L’incendio divampato stamattina nel comune di Monte di Procida, in via Panoramica, località Cappella, è stato domato.
Due elicotteri del Servizio Antincendio Boschivo dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania si sono portati sul posto pochi minuti dopo la segnalazione, iniziando subito i lanci per risolvere l’evento.
Successivamente, in supporto alle squadre della Regione Campania, sono intervenuti due autobotti dei Vigili del Fuoco, una squadra dell’Associazione di Volontariato, una squadra della Provincia di Napoli coordinati da una pattuglia del CFS coadiuvati da funzionari regionali.
Alle 14,05 la situazione è ritornata totalmente sotto controllo.
Grazie alla tempestività dell’intervento non si segnalano danni rilevanti.
Il territorio è attualmente presidiato per evitare nuovi inneschi.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.