Pd:Manifesto Rutelli: Losco (Eurodeputato Margherita): Lo sostengo. Il Sud ha bisogno delle ricette di Rutelli
Dichiarazione del deputato europeo della Margherita ed ex presidente della Regione Campania Andrea Losco.
“Sostengo con convinzione il manifesto di Rutelli ‘Per il Coraggio Delle Riforme’. Il Sud ha bisogno della “ricetta” di Rutelli e ne ha bisogno l’intero Paese. Bisogna ripartitire dalla crescita, come scrive il Manifesto e dal supporto alla crescita dell’economia ed alla produzione della ricchezza per ridurre la disoccupazione e l’emorralgia dei cervelli dal Sud sottolineata dall’ultimo rapporto Svimez.
Rutelli disegna l’Italia delle riforme che si identifica con l’Italia delle decisioni e del fare. Quello di cui ha bisogno la Campania. La non realizzazione dei termovalorizzatori, di cui parla anche il Manifesto, è alla base del dramma dei rifiuti.
Il Manifesto rappresenta una ‘scossa’ importante all’intero processo del Pd ed un sostegno forte e convinto alla leadership di Walter Veltroni affinché il nuovo soggetto politico possa avere un profilo decisamente riformista, innovativo, moderato.”
Ue: Fondi Strutturali: Andrea Losco (Eurodeputato Margherita-DL): Ora bisogna puntre sulla qualità per rilanciare il Sud

Dichiarazione del deputato europeo della Margherita ed ex presidente della Regione Campania Andrea Losco

“ L’approvazione del Quadro Strategico Nazionale (QSN) 2007-2013 dell’Italia da parte della Commissione europea rappresenta una buona notizia per il Sud e per il Paese. Adesso però dobbiamo stare attenti a non sprecare le opportunità che ci vengono date dal QSN. Bisogna colmare il divario tra le aree più sviluppate del Paese e quelle sottoutilizzate, prevalentemente nel Mezzogiorno con una valutazione attenta dei progetti e con il chiaro obbiettivo di non dare finanziamenti a pioggia ma di lavorare su pochi progetti qualificati e qualificanti in grado di rilanciare il Mezzogiorno.”
da: Ufficio stampa 3930900403
Andrea Losco [andrealoscostampa@gmail.com]

INTERVENTO PRESIDENTE BASSOLINO CONFERENZA STAMPA BONIFICHE E RIFIUTI

RIFIUTI: NUOVE RISORSE PER LA GESTIONE NEI CAPOLUOGHI
Oggi la giunta ha deliberato, su proposta mia e dell’assessore all’ambiente Nocera, lo stanziamento di ulteriori risorse finanziare per interventi nel settore ambientale nei cinque capoluoghi di provincia, che potranno essere utilizzati per potenziare la raccolta differenziata.
Lo stanziamento totale è di 7 milioni, così ripartiti: Napoli 2,5 milioni di euro; Salerno 1,5 milioni; Caserta, Benevento, Avellino 1 milione ciascuna.
Questi 7 milioni si aggiungono ai 29,7 milioni di risorse europee che abbiamo stanziato lo scorso 3 luglio per la realizzazione di isole ecologiche e impianti di compostaggio nelle città medio-piccole.
Parliamo di un investimento importante, 37 milioni di euro, per segnare una vera svolta sul fronte della raccolta differenziata.
E’ questa una delle grandi priorità che ci siamo dati e i risultati dell’ultimo rapporto Legambiente dimostrano che anche la nostra Regione è capace di esprimere, su questo terreno, alti livelli di efficienza e di civismo. Basti pensare che, grazie alle capacità di tanti amministratori campani e alla partecipazione dei cittadini, due terzi dei “comuni ricicloni” meridionali si trovano in Campania.
Siamo consapevoli che nelle città più grandi permangono diversi problemi e proprio per questo oggi siamo intervenuti con nuove risorse.
L’obiettivo è di accelerare il più possibile col nuovo Piano, facendo della raccolta differenziata e della riduzione della produzione di rifiuti assi strategici caratterizzanti di una gestione ordinaria moderna ed efficiente.
NUOVE STRUTTURE PER LA TUTELA DELLA SALUTE DEI CITTADINI
La giunta varerà nella prossima riunione l’istituzione di due importanti strutture per la tutela della salute dei cittadini, che saranno localizzate nell’area del SIN Domitio-Flegreo.
Premetto: la tutela della salute dei cittadini campani è chiaramente una priorità assoluta a cui già dedichiamo uno sforzo straordinario. Tra Arpac, Isituto Zooprofilattico e ASL ogni anno realizziamo centinaia di migliaia di controlli analisi e prelievi, per garantire un monitoraggio approfondito e costante della situazione igienico-sanitaria.
Le due nuove strutture varate oggi dalla giunta sono:
• L’Osservatorio Regionale Salute e Ambiente, nell’ambito dell’Osservatorio Epidemiologico Regionale. Sarà la centrale di elaborazione di tutte le informazioni e le analisi relative al rapporto tra contesto ambientale e salute dei cittadini e porterà avanti nuove ricerche in questo settore così importante.
• l’Osservatorio regionale sulla sicurezza alimentare presso l’Istituto Zooprofilattico per il Mezzogiorno – Sezione provinciale di Caserta – che, con il coinvolgimento dell’Arpac, svolgerà a livello territoriale la funzione assolta a livello nazionale dall’Agenzia per la sicurezza alimentare di Parma. I compiti in particolare consistono in attività di informazione, formazione e promozione in materia di sicurezza alimentare e attività di valutazione dei rischi, gestione di una banca dati, ricerca e monitoraggio e sorveglianza della sicurezza alimentare per conto dell’Ass. regionale alla Sanità, nonché monitoraggio sui rischi emergenti negli alimenti. Si è volutamente stabilito che la sede dell’Osservatorio fosse in uno dei Comuni del Sito di interesse nazionale “Litorale domitio-flegreo e agro-aversano” – Caserta – località Tuoro – per dare continuità e collocare in sistema questa con le altre iniziative avviate.

Punto su emergenza rifiuti
Vengo ora da una riunione di Prefettura a cui hanno partecipato Prefetto, sindaco, presidenti delle Province di Napoli ecc..
Per prima cosa Macchia Soprana, dopo alcune difficoltà iniziali legate alla logistica, è ora in attività.
Il nuovo Commissario ha insediato la sua struttura (a loro vanno i nostri auguri di buon lavoro). Come già avviene e come è sempre avvenuto in passato, potrà contare sul pieno supporto e sulla collaborazione più intensa della Regione.
Come avevo annunciato nei giorni scorsi, è entrata in azione oggi la nuova forza di intervento rapido che come Regione, sotto la direzione della Protezione Civile Regionale, abbiamo messo a disposizione del Commissariato rifiuti per accelerare la rimozione dei rifiuti in specifiche aree rimaste in condizioni critiche (presenti in diversi Comuni della Provincia di Napoli).
La forza si avvale di due unità autonome, una organizzata dalla Recam, l’altra dal Consorzio Napoli 3 guidato dal Commissario Prefetto Forleo.
Le due unità rimuoveranno ogni giorno 100 tonnellate in più dalle strade (in caso di domande sulla destinazione: i rifiuti rimossi in questa fase sono destinati, secondo le indicazioni del commissariato, a Macchia Soprana e ai Cdr).
La prima unità, quella Recam, in questo momento sta lavorando nella zona di Pozzuoli. La seconda sarà attivata nelle prossime ore dove si riterrà necessario.
PARTITA LA CAMPAGNA BONIFICHE
L’operazione di bonifica del SIN Litorale Domitio flegreo è partita. Abbiamo aperto i cantieri e gli operatori sono al lavoro a ad Acerra e a Nola nei Regi Lagni e a Castelvolturno, sulle spiagge del litorale Domitio-Flegreo.
Quando un mese fa abbiamo sottoscritto il Protocollo d’intesa sulle bonifiche ci eravamo impegnati a partire entro metà luglio. Siamo partiti.
E’ la prima tappa di un percorso che si fermerà solo quando avremo bonificato tutto, entro i prossimi 24 mesi.
In questo momento è impegnata nei lavori la società regionale RECAM, con circa 100 lavoratori che continueranno a lavorare anche nel mese di Agosto.
Per l’avvio della campagna di bonifiche con la Recam la Regione ha investito circa 20 milioni di euro per 24 mesi di attività;
Da settembre entreranno in azione anche i lavoratori della IACOROSSI che bonificheranno altre estese aree del Litorale Domitio flegreo grazie a uno stanziamento di oltre 100 milioni di euro di cui 60 dal Governo e 40 dalla Regione.
COLLETTAMENTO ACQUE LAGO PATRIA
La prossima settimana firmeremo l’avvio dei lavori, per un importo pari a 6,5 milioni di euro, per il collettamento delle acque che affluiscono nel Lago Patria.
Nelle settimane scorse si è concluso il primo lotto che ha riguardato il lato di Castelvolturno. Ora partono i lavori per il lato di Giugliano del Lago Patria.
In sostanza vengono posti sotto controllo e incanalati tutti gli scarichi che prima affluivano direttamente al Lago con gli evidenti problemi di inquinamento.
Il Commissariato bonifiche e acque realizza così un’altra importante componente della rete di collegamenti di fogne, collettori, depuratori nell’area flegreo e dei Regi Lagni.

ACCORDO QUADRO CON MINISTERO AMBIENTE PER BONIFICHE SPECIALI
Si terrà la prossima settimana l’incontro tecnico per concludere la definizione dell’Accordo Quadro tra Regione e Ministero dell’Ambiente in materia di bonifiche. Contiamo di sottoscrivere l’Accordo col Ministro Pecoraro Scanio entro luglio.
L’Accordo quadro sarà focalizzato sugli interventi di bonifica radicale delle discariche più inquinanti presenti sul territorio del SIN.
Vorrei fare solo due esempi del tipo di discariche su cui interverremo : Resit a Giugliano e SOGERI a Castelvolturno.
Il Commissariato Bonifiche sta procedendo, insieme all’ARPAC, alla loro caratterizzazione e alla predisposizione dei piani di messa in sicurezza e di bonifica.
L’accordo disporrà risorse e interventi aggiuntivi rispetto al lavoro che stiamo portando avanti nella zona.
Contiamo di destinare a questo intervento almeno 30 milioni di euro cui il Ministero dovrebbero aggiungerne altrettanti.
La campagna avviata oggi, unita all’accordo col Ministero, rappresenta, senza dubbio, uno sforzo senza precedenti. Interveniamo nelle aree più devastate dall’azione delle ecomafie nel corso di decenni, come dimostrano tante inchieste della magistratura.
Al tempo stesso interveniamo nelle aree che hanno ospitato impianti a norma, discariche autorizzate e controllate. Parlo, ad esempio, di Acerra, dove oltre alla bonifica finanziamo anche il potenziamento delle infrastrutture per 10 milioni di euro, o di Ariano Irpino – dove, come ha annunciato il Commissario Pansa, si avvia la bonifica grazie ai fondi messi a disposizione dalla Regione. Faremo lo stesso per tutte le discariche, come è giusto.

DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE REGIONALE ALL’AMBIENTE LUIGI NOCERA SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA
“Lo stanziamento dei 7 milioni di euro deciso stamattina dalla Giunta regionale a favore dei 5 comuni capiluogo della Campania per incentivare la raccolta differenziata nasce dalla considerazione che, ad oggi, soprattutto su questo versante, esiste una Campania a due velocità.
“E’ nelle città capiluogo, più che altrove, che ci sono i maggiori problemi legati al monitoraggio, alla prevenzione e al risanamento ambientale. Perciò puntiamo soprattutto in queste aree a favorire interventi di educazione, promozione ed incentivazione alla raccolta differenziata, ed allo stesso tempo al risanamento ambientale anche attraverso l’adeguamento funzionale-tecnologico ed il potenziamento delle attrezzature”.

ICT: 3 MILIONI DI EURO PER FAVORIRE L’INCLUSIONE SOCIALE
Su proposta dell’Assessore regionale alla Ricerca e all’Università Teresa Armato, la Giunta ha stanziato 3.149.250,00 euro con l’obiettivo di ridurre ulteriormente il digital divide in Campania.
I Comuni di Benevento, Caserta, Salerno e Avellino riceveranno circa 800 mila euro ciascuno per avviare i progetti sull’Information & Communication Tecnology sui rispettivi territori. I fondi saranno riservati in particolare alla creazione di Centri Pubblici di Accesso, ovvero luoghi attrezzati per consentire ai cittadini l’accesso telematico ad Internet, ai servizi e-learning e ad ogni tipologia di servizio disponibile sulla rete regionale e sulla rete nazionale della Pubblica Amministrazione.
“In questo modo – ha dichiarato l’Assessore Teresa Armato – oltre ad investire nella riduzione del divario digitale, allargando la possibilità di accesso dei cittadini alle nuove tecnologie, creiamo ulteriori momenti di aggregazione e socializzazione. I centri di accesso rientrano nelle nostre azioni di sviluppo della società dell’informazione e sono una ulteriore opportunità per migliorare l’inclusione sociale”.
Il finanziamento rientra nell’ambito dell’Accordo di programma Quadro, finanziato con la misura 6.2 (Sviluppo della Società dell’Informazione) del POR Campania 2000-2006, che ha già erogato 1 milione di euro al Comune di Napoli per la creazione di centri di Accesso per i ceti sociali meno abbienti e per i soggetti più esposti al “digital-divide”.
“Gli enti locali – ha precisato l’Assessore Armato – potranno realizzare importanti progetti che faciliteranno la vita del cittadino: per esempio, gestire on line le delibere oppure accedere ai servizi comunali per richiedere certificati e verificare le informazioni catastali.
“La Pubblica Amministrazione sarà così più efficiente e trasparente e i cittadini potranno essere informati in tempo reale sulle iniziative in atto nella propria città senza doversi necessariamente recare presso gli sportelli. E’ intenzione dell’amministrazione regionale – ha concluso l’Assessore Armato – estendere, attraverso altri interventi, la rete informatica anche ad alcune biblioteche comunali e alle associazioni no-profit della Campania.”

GABRIELE: SERVONO RISORSE PER LA MESSA IN SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI
L’Assessore regionale all’Istruzione Corrado Gabriele sollecita il Governo a stanziare somme per la messa in sicurezza degli edifici scolastici.
“Le somme stanziate per tutto il paese nel 2003 – sottolinea l’Assessore – sono pari a 50 milioni, di cui solo 4,5 a beneficio dei 4563 edifici scolastici della Campania. Pochi, troppo pochi per affrontare e risolvere un problema drammatico, che l’esito del processo sulla scuola di san Giuliano, dove morirono 27 alunni ed i loro insegnanti, ripropone in primo piano.
“Lo sforzo della Giunta regionale non può che sopperire alle carenze più eclatanti. Occorre che il Governo investa senza più perdere tempo. Non vogliamo più martiri sepolti sotto le mura crollate di una scuola”.

L’ASSESSORE CASCETTA FIRMA PER IL REFERENDUM ELETTORALE: “ABROGARE SUBITO UNA LEGGE CHE HA ALLONTANATO I CITTADINI DALLA POLITICA”
L’Assessore ai Trasporti della Regione Campania, Ennio Cascetta, si è recato oggi a piazza Trieste e Trento, a Napoli, per firmare la proposta di referendum abrogativo dell’attuale legge elettorale, presso uno dei tavoli allestiti dal Comitato promotore.
“E’ indispensabile sostenere il referendum – ha detto Cascetta – per ottenere l’abolizione di una legge elettorale che ha ulteriormente complicato i meccanismi e aggravato i problemi del sistema istituzionale del nostro Paese. Una legge che per questo ha contribuito ad allontanare i cittadini dalla politica e dalle istituzioni, e che dunque, a mio parere, va profondamente modificata”.

REGIONE CAMPANIA. COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 13 LUGLIO 2007


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.