28 NOVEMBRE 2005
DICHIARAZIONE DEL SUBCOMMISSARIO ALLE BONIFICHE DELLA REGIONE CAMPANIA, PROF. ARCANGELO CESARANO:
“L’ICRAM, l’Istituto preposto del ministero dell’Ambiente, su incarico del Commissariato di Governo, ha completato la caratterizzazione degli arenili e dei fondali della zona marina antistante il sito d’interesse nazionale Bagnoli-Coroglio.
Le risultanze di tale caratterizzazione, a conferma di quanto gia anticipato nel mese di luglio nella conferenza tenuta presso la Regione Campania, evidenziano un inquinamento diffuso ed attribuibile ad Idrocarburi Policiclici Aromatici. Il completamento della caratterizzazione fornisce inoltre informazioni sulla entità dell’inquinamento sull’arenile a Sud della colmata e dei fondali nella zona marina antistante il sito. In particolare l’arenile Sud presenta l’inquinamento da IPA, sopra i limiti della Colonna B Tab. 1 Legge 471 solo in una zona ristretta ed ad una profondità di 1,50 m.
In termini d’interventi, sugli arenili a Nord della colmata era stata già prevista, in via cautelare ed in base ai dati forniti a luglio dall’ICRAM ed all’analisi di rischio effettuata dall’ISS, una messa in sicurezza di emergenza che ha consentito il funzionamento dei tre lidi, durante il periodo estivo.
Su tutti gli arenili è già in atto l’attività connessa alla bonifica affidata alla Società Pubblica Sviluppo Italia. Sono già stati stanziati 13 milioni di euro. Nell’ambito di questa attività sono stati già completati i saggi sulla sabbia per testare la procedura di lavaggio e dimensionare al meglio l’impianto da utilizzare successivamente. Ora si definirà il bando per la gara di appalto dei conseguenti lavori di bonifica che dovrebbero iniziare con il nuovo anno.
Diffuso risulta l’inquinamento da IPA nei fondali della zona marina antistante in particolare nella zona di mare compresa tra i due pontili. La presenza di inquinanti diminuisce con la profondità ed a circa 2 metri dal fondo è presente esclusivamente in prossimità del pontile nord.
Per la parte a mare è necessario avviare il progetto dell’intervento di bonifica la cui valutazione economica non è al momento quantificabile. Andrà tra l’altro studiato attentamente il cronoprogramma dell’intervento.
Vi sono stati nella precedenti settimane confronti con l’Autorità portuale, il comune di Napoli e l’ASL in una riunione tenuta presso l’autorità portuale. Vi è sta inoltre un incontro con il Consiglio Circoscrizionale di Bagnoli sullo stesso tema.
Nei prossimi giorni ci incontreremo con tutti i soggetti istituzionali interessati per valutare le ulteriori iniziative da mettere in campo”

Categorie: Mare e Pesca

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.