PON SICUREZZA, A BENEVENTO I GIOVANI “SOGNANO” UNO SPAZIO TUTTO LORO.

22 giugno 2010. Un quartiere
“dormitorio”, case popolari, tanto degrado e pochi servizi. E’ lì che gli studenti delle scuole di Benevento hanno immaginato la nascita di un luogo di convivenza civile, di uno spazio polifunzionale destinato ai giovani.
Un sogno che diventerà realtà grazie alla partecipazione dei ragazzi al Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo Sviluppo – Obiettivo Convergenza 2007-2013 che si propone di migliorare le condizioni di sicurezza nelle regioni Obiettivo Convergenza: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Del Programma, cofinanziato dall’Unione Europea, è titolare il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza.
Il progetto, che gli studenti hanno chiamato “Incontriamoci”, ha preso le mosse dai dati crescenti sulla criminalità e sulla disoccupazione che nella provincia raggiunge l’11,1%. Dall’altro lato, è stata evidenziata la mancanza di strutture dedicate ai ragazzi, capaci di offrire attività sociali e ricreative attraverso le quali scongiurare il rischio di un loro coinvolgimento in comportamenti di devianza o criminali. Infatti la proposta delle scuole sannite rientra nell’obiettivo 2.8 del Pon Sicurezza, quello che vuole “Diffondere la cultura della legalità”.
Nello stabile, che verrà ristrutturato grazie al finanziamento di 100mila euro, troveranno spazio incontri e dibattiti sul tema della sicurezza e della legalità, concerti, laboratori di musica, fotografia, danza e ricamo. E saranno gli stessi giovani utenti a programmare e organizzare le attività del centro, sotto la guida di adulti competenti, scegliendo i linguaggi che più amano. Le scuole di Benevento che hanno partecipato al progetto “La legalità è partecipazione: I giovani del sud incontrano il PON Sicurezza” sono quattro: il Liceo Artistico, l’Istituto Superiore “G.Galilei – Vetrone”, l’Istituto Tecnico Industriale “ Lucarelli” e l’Istituto Superiore “ G.Alberti”. I ragazzi hanno vissuto, come sottolinea il professor Gianni Popoli che li ha guidati in questa avventura, “un’esperienza indimenticabile, viva, concreta, capace di lasciare il segno,di far pensare e anche sognare.Gli studenti hanno fatto del progetto una loro creatura, la voglia di vederlo realizzato è fortissima”.
Giuseppe Catuogno

da: g.catuogno@ocmmedia.com;
catgiu@libero.it;
——————————
LEGALITA’, PON GIOVANI: VIA LIBERA AI PROGETTI DEGLI STUDENTI DELLE PROVINCE DI BENEVENTO E SALERNO
Il 10 giugno sera a Roma il via libera del Comitato di Valutazione del PON Sicurezza
Sono stati approvati dal Comitato di Valutazione del Programma Operativo Nazionale Sicurezza – riunitosi a Roma presso la Scuola Superiore di Polizia – i progetti presentati dalle scuole delle province di Benevento e Salerno che hanno aderito all’iniziativa del Pon Giovani.
In particolare, sono stati coinvolti gli istituti ‘B.Lucarelli’, ‘Alberti’ e ‘G.Galilei’ di Benevento e il liceo ‘E.Perito’, insieme alle scuole superiori ‘E.Mattei’, ‘G.Fortunato e ‘A.Moro’ di Eboli.
Il Comitato, presieduto dall’Autorità di Gestione, ha visto ieri la partecipazione straordinaria dei ragazzi del Pon Giovani.
Quattordici studenti, in rappresentanza di 7 Province delle 4 Regioni Obiettivo Convergenza – Foggia, Siracusa, Agrigento, Crotone, Vibo Valentia, Salerno e Benevento – hanno illustrato i progetti che loro stessi hanno elaborato sotto la guida di docenti- tutor, Prefetture, Uffici scolastici provinciali, e con il supporto tecnico della Segreteria del PON Sicurezza.
Entrando nel dettaglio, i progetti di Benevento e Eboli – dal titolo rispettivamente “Incontriamoci” e “Spazio giovani e non solo” – prevedono la realizzazione di un centro culturale polifunzionale destinato a ragazzi tra i 14 e i 25 anni e di un centro di aggregazione. Queste strutture saranno dotate di laboratori artistici, multimediali e sportivi.
L’importo complessivo dei progetto, che verrà finanziato con i fondi europei destinati al Pon Sicurezza, è di 200.000 euro.
I ragazzi campani faranno rientro oggi a casa dopo una tre giorni nella capitale, durante i quali sono stati ospiti della Scuola Superiore di Polizia.
Insieme ai loro coetanei di Puglia, Calabria e Sicilia, sono stati protagonisti dell’iniziativa “La legalità è partecipazione: i giovani del Sud incontrano il Pon Sicurezza”. Ieri la giornata più intensa.
In mattinata, dopo aver partecipato alla cerimonia dell’Alza bandiera e visitato il Sacrario della Polizia di Stato, hanno proseguito con una visita a Palazzo Montecitorio.
Nel pomeriggio il momento clou della trasferta romana.
Insieme alle autorità competenti gli studenti hanno preso parte al Comitato di Valutazione, l’organo preposto all’approvazione definitiva dei progetti del Pon Sicurezza.
Hanno, quindi, illustrato davanti alle autorità competenti, i loro progetti per rispondere al bisogno di legalità del proprio territorio.
Si è trattato di un momento importante, vissuto con intensità e forte emozione.
“Le vostre idee sono le idee migliori – ha dichiarato l’Autorità di Gestione, Prefetto Nicola Izzo, a conclusione del Comitato di Valutazione – . Abbiamo bisogno di voi e delle vostre proposte. Correggeteci, criticateci perché così ci insegnate qualcosa, e ci aiutate a migliorare. Di questi progetti ne continueremo a fare tanti, ma per farne tanti abbiamo bisogno di voi”.
“E’ tempo di appropriarsi degli spazi perduti – hanno dichiarato i ragazzi campani illustrando i loro elaborati- e di rivalutarli per il miglioramento del territorio e per promuovere la cultura della legalità”.
UFFICIO STAMPA PON SICUREZZA OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013
Lungotevere Tor di Nona, 3 – 00186 Roma – Tel. +39 06/32120020 – fax + 39 06 68395084
Responsabile:
Annamaria Graziano – Mobile 335/6073041 –
e-mail: a.graziano@ocmmedia.com
Segreteria di redazione:
Martina Antinucci 06/32120020 –
e-mail: m.antinucci@ocmmedia.com
Campania: Corrispondente –
Giuseppe Catuogno –
Mobile – 338/2066997 –
e-mail: g.catuogno@ocmmedia.com


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.