IL MAESTRO MARIO CAROTENUTO RICORDERA’ ALFONSO GATTO
Mercoledì 8 marzo presso la Scuola Media “A. Gatto” di Battipaglia
Tante le testimonianze, da A. Girelli a L. Giordano, da L. Surdich a F. D’Episcopo, da Pratolini ad Amendola, verranno lette e rivissute dagli alunni dell’Istituto Comprensivo di Battipaglia “Alfonso Gatto”, mercoledì 8 marzo, alle ore 11.00, in occasione del trentennale della morte di A. Gatto, presso la scuola stessa.
Gli studenti hanno curiosato tra i reportage sulla riviera di Ponente, tra i Giri d’Italia ed il Tour de France, per riassaporare emozioni, per rimanere sospesi ed incantati ad osservare un paesaggio, ad assorbire le parole che entrano dentro l’anima e “rivedere” , in sogno, paese per paese, curva per curva, il Giro d’Italia.
Accompagnati, poi, dalle note del pianoforte (con il prof. Vincenzo Farabella) e dalla melodia di uno struggente violino (con la prof.essa Valeria Volpe), le poesie ed i brani più significativi verranno recitati dai ragazzi stessi. Il Maestro Mario Carotenuto (grande amico del poeta, nonché egli stesso figura emblematica per la città di Salerno) farà rivivere, con i suoi ricordi, l’umanità, la poetica, la pittura, il genio di Alfonso Gatto, cogliendone aspetti che nessun libro potrà mai racchiudere. Il poeta salernitano verrà ricordato proprio come lui avrebbe voluto: con un grido festoso di ragazzi, perché
“La morte è un vento, un mare?
Terra non è, non è terra, non è sepoltura.
Il nostro silenzio avrà una voce,
di là, di là e non sono cupole, non sono chiese.
Ma bambini, bambini che gridano”. (A. GATTO)
Per ulteriori informazioni contattare:
prof. Marianna Bortone Blasi tel. 339 58 55 834


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.