RAPPORTO BANCA D’ITALIA SULL’ECONOMIA CAMPANA Dichiarazione assessore alle attività produttive Amedeo Lepore
“I dati del rapporto Banca d’Italia sull’economia della Campania mostrano primi significativi segnali di crescita dopo la gravissima crisi che ha colpito la nostra regione. Il segno positivo del PIL e per la prima volta anche la crescita di tutti gli altri indicatori economici (esportazione, investimenti, consumi delle famiglie, occupazione e credito bancario) soprattutto verso la fine del 2015, indicano un’inequivocabile passaggio ad una fase di ripresa. Anche le variazioni positive del credito, delle esportazioni verso l’UE e di un deciso incremento dell’occupazione all’inizio del 2016 rappresentano, insieme a dati ancora non consolidati, elementi di grande importanza per costruire un pieno sviluppo della Campania. La Giunta De Luca ha già varato due provvedimenti strategici per il credito d’imposta automatico per gli investimenti e per la decontribuzione a favore delle nuove assunzioni da parte delle imprese. A questa politica a sostegno dei fattori di sviluppo economico si aggiungono atti per la sburocratizzazione, per la libertà d’impresa, e la legge regionale per la promozione dell’industria 4.0 approdata in Consiglio Regionale. Questi interventi permettono il consolidamento della crescita industriale della regione e l’affermazione della capacità competitiva delle imprese campane” .
[http://www.sito.regione.campania.it/loghi/regionecampania/Logo%20ReCA%20CMYK%20b_chiara.jpg]
Giunta Regionale della Campania – Ufficio Stampa Via Santa Lucia, 81 – 80134 Napoli Tel. 081 7962383 – fax 081 7962385 e-mail: ufficio.stampa@regione.campania.it
www.regione.campania.it
———————————
Bankitalia, Marciano (PD): Primi segnali incoraggianti per la Campania
Napoli, 15 giugno – “Il quadro che ci consegna Bankitalia sull’economia della Campania è finalmente incoraggiante, con primi segnali positivi di rilancio e di crescita dell’economia, seppur contenuta, dopo anni di recessione. In particolare, il sistema produttivo della regione mostra tutte le condizioni necessarie per agganciare il treno della ripresa del sistema Italia che, lentamente, si sta mettendo in movimento”. È il commento di Antonio Marciano, consigliere regionale e Questore alle Finanze dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, ai dati del rapporto della Banca d’Italia sull’economia della Campania presentato oggi.“Il rapporto conferma ancora come strategici alcuni comparti, come agroalimentare, tessile e turismo, che restano i nostri punti di forza, mentre tra le criticità sono segnalati i ritardi dell’avvio della programmazione dei fondi europei 2014/20, oltre che un calo dell’export che interessa, però, soprattutto il comparto dell’automotive, che dipende da dinamiche e iniziative ovviamente non legate alle responsabilità regionali. Al contrario, alcune politiche del governo campano di sostegno al credito d’imposta e all’innovazione e di spinta alla sburocratizzazione dell’ente regionale fanno registrare delle prime reazioni positive da parte del tessuto produttivo, tant’è che si riduce in modo sensibile il numero di fallimenti delle imprese e riprendono a crescere, anche se ancora in modo attenuato, i consumi delle famiglie”, aggiunge il consigliere.“C’è ancora molto da fare, ovviamente, come ad esempio accompagnare il sistema industriale campano con le sue tante eccellenze manifatturiere, affermare sempre di più la Campania come il più grande distretto turistico mondiale, e soprattutto intervenire con politiche di sostegno alle aree del disagio e della marginalità che si sono allargate negli anni più bui della crisi di questo ultimo quinquennio”, conclude Marciano.—Gennaro Mancini 333.5923105 328.0218432Ufficio Stampa Antonio Marciano
da: [ufficiostampa@antoniomarciano.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.