AVELLINO. Il 25 maggio Slow Food Partenio propone “Pani & Grani della Terra Irpina”
E’ l’Istituto Agrario F. De Sanctis in Avellino ad ospitare giovedì 25 maggio 2006 la prima edizione di Pani & Grani della Terra Irpina ad Avellino, manifestazione intesa quale valorizzazione del pane in tutta la sua filiera, dalla semina, alle lievitazioni, al consumo, agli abbinamenti gastronomici, che intende far riscoprire il fascino dei mulini e delle panetterie del territorio irpino, campano, dei paesi del mediterraneo, che hanno saputo diffondere il valore della tradizione nel giusto equilibrio verso l’innovazione.
Il mulino, il forno, il pane sono preziose memorie, veri beni culturali che svolgono ancora il ruolo di collante dei borghi dei piccoli comuni e rappresentano non più una possibilità ma un vero e proprio impegno per mantenere e tutelare le identità culturali che rischiano giorno dopo giorno di essere dimenticate o ignorate
L’obiettivo di Slow Food Partenio e ISA-CNR è far conoscere da vicino, attraverso la mappatura dei forni e dei molini, il grande patrimonio culturale attraverso le tipologie delle strutture che ospitano i forni, le caratteristiche delle famiglie e loro ricordi, le modalità di panificazione e di altri prodotti tradizionali nonché la cultura, le curiosità e le tradizioni collegate alle consuetudini popolari.
Slow food Partenio ritiene che sia giusto considerare i forni oggetto di ricerca e abbastanza antichi da ritenersi beni culturali immobili del territorio. Ma la caratteristica dei forni e dei molini antichi è rappresentata dal fatto che oltre ad appartenere a nuclei familiari strettamente imparentati, riuniti in agglomerati, sono stati nel passato ma ancora nel presente, fidata risorsa dei proprietari intenti nella cottura settimanale del pane e insostituibili strumenti di cottura .
Si vuole che il territorio sia vissuto come un evento e come tale sia comunicato attraverso canali innovativi che stimolino i fruitori a vivere un’esperienza sensoriale; obiettivo finale è la creazione di un ambiente comunicativo totale, di un comune modo di sentire il territorio e di esprimerlo ,descrivendo il passaggio da patrimonio collettivo a patrimonio individuale
Il prodotto tipico è non solo un prodotto alimentare, è il prodotto di un territorio, delle sue risorse naturali e culturali. E’ il frutto dell’elaborazione di generazioni, è qualcosa che ha una storia da raccontare, una storia che non è solo il modo di produzione, la materia prima, o il gusto, ma richiama per intero un contesto sociale.
Pani & Grani della Terra Irpina valido strumento per il successo di una strategia di marketing territoriale è un progetto di cooperazione, è la sinergia, la messa in rete di attori provinciali e regionali, è una rete di ricercatori, di persone, luoghi prodotti e saperi con un solo obiettivo “che i nostri territori siano eventi da condividere, poiché crediamo che la tradizione culturale irpina mista al senso dell’ospitalità possano diventare patrimonio di tutta l’umanità” .
Il Turismo del Pane, chiave dello sviluppo della cultura del territorio nonché dell’economia, parte oggi da Avellino con Slow Food Partenio che rende concreta e visibile la Rete dei Panificatori e degli Chef, che raccoglierà inizialmente quelli presenti all’evento, ma in seguito si allargherà a tutti i Panificatori e a tutti gli Chef che in varie forme sostengono i produttori di cibo della Rete Slow Food, le comunità di Terra Madre, i Presidi per svilupparsi su tutto il territorio campano e collegarsi alle diverse etnie che gravitano intorno al Mediterraneo: un momento essenziale per uno sviluppo storico e culturale di questi popoli, che si è tramandato nel tempo attualizzandosi e diventando oggi un aspetto di vita quotidiana. Slow food e ISA-CNR in collaborazione con Enti e Associazioni di settore si pongono da sempre l’obiettivo di rendere i consumatori consapevoli delle scelte alimentari pertanto intendono difenderli dalle contraffazioni attraverso un Osservatorio Alimentare che salvaguardi il prodotto locale tipico, il prodotto Italia.
Programma degli interventi:
Dirigente dell’Istituto Agrario Prof. Mario De Simone,
Sindaco Giuseppe Galasso,
Presidente della Provincia Alberta De Simone,
Santino Barile Presidente EPT,
Giornalista Luciano Pignataro,
Professori Malorni e Coppola del CNR : le vie del Pane e i Pani acidi,
Vito Puglia della Segreteria Nazionale Slow Food: I Presidi come fattore di valorizzazione dell’identità locale,
Consigliere regionale D’Ercole della Regione Campania:Commercializzazione e Confezionamento del pane,
Tartaglia dello Stapa-CEPICA Regione Campania: Marchio Collettivo del Pane Irpino,
Antonio Mango della CIA: Filiera cerealicola, del Presidente Comunità Montana Valle Ufita
Giuseppe Solimine :Terre e i Grani della Baronia,
Valerio Abate Presidente della comunità montana del Partenio,
Adriana Bilotta Slow Food Partenio : Rete Slow Food dei Panificatori e ChefI irpini Particolarmente imporante il Forum dei Panificatori e degli Agricoltori Irpini

E ANCHE A ROMA…
La SV è invitata alla Conferenza Stampa di presentazione della
FESTA NAZIONALE DEL PANE A ROMA
Roma 24 MAGGIO 2006 – ORE 11.00
SALA CONFERENZE DISCOTECA DI STATO
Via Caetani 32
Interverranno:
Edvino Ierian
Presidente Federazione Italiana Panificatori
.
Bernardino Bartocci
Presidente Associazione Panificatori di Roma e Provincia
.
Patrizia Massi
Presidente Pio Sodalizio
.
Rossano Bartoli
Segretario Generale Lega del Filo d’Oro
.
Toni De Amicis
Componente della Giunta della CCIAA di Roma
.
E’ previsto l’intervento di un medico nutrizionista
dello staff del Professor Pietro Migliaccio
che fornirà spunti, curiosità, informazioni sul pane
e sul suo utilizzo ottimale nella dieta quotidiana

IL 25 MAGGIO A ROMA SI CELEBRA LA FESTA NAZIONALE DEL PANE
PANE, UN AMICO DA RISCOPRIRE
A PIAZZA DEL POPOLO, A PARTIRE DALLE ORE 11.00,
UN’INTERA GIORNATA DI DIMOSTRAZIONI, ASSAGGI E DEGUSTAZIONI
ALLA SCOPERTA DEL PIU’ CLASSICO DEGLI ALIMENTI
Saranno circa 26mila i panifici in tutta Italia che giovedì 25 maggio regaleranno ai loro clienti una giornata speciale. Giunta alla sua 4^ edizione, la Festa Nazionale del Pane, che gode del patrocinio del Consiglio dei Ministri e del Senato della Repubblica, conferma il suo carattere di grande kermesse popolare.
E lo fa ovviamente anche a Roma dove l’Associazione Panificatori di Roma e Provincia, in stretta collaborazione con la Federazione Italiana Panificatori e il supporto della Camera di Commercio di Roma, organizza una serie di eventi dedicati a uno dei principi della tavola italiana.
Il pane, infatti, con il suo carico di storia e tradizione, rappresenta da sempre uno degli elementi base della nostra cucina, un compagno prezioso e insostituibile anche dal punto di vista salutistico.
Intrigante il calendario degli eventi, a partire dal concerto previsto alle ore 11.00 di giovedì 25 presso la Chiesa della Madonna di Loreto, sede del Pio Sodalizio dei Fornai. Ingresso libero e la possibilità di ascoltare musiche di Albinoni, Mozart, Piazzolla e Farkas cui farà seguito una distribuzione gratuita di prodotti da forno.
Ma al centro dell’attenzione generale sarà, per l’intera giornata, l’angolo tra Piazza del Popolo e Via del Corso. Qui, a partire dalle ore 11.00, sarà infatti possibile addentrarsi nei segreti della produzione del pane visitando lo spazio espositivo appositamente allestito e nel quale mastri fornai si esibiranno in dimostrazioni e offriranno ai presenti assaggi di pane e pizza.
Non mancherà inoltre una vera e propria degustazione guidata che vedrà il pane abbinato a una selezione di etichette di olio di oliva extravergine Dop fornito dalle Aziende aderenti alla Strada dell’Olio della Sabina.
Per chi non potrà recarsi in centro, nessun problema. L’organizzazione ha infatti realizzato un Circuito del Pane, chiamato “il paniere di Roma”: oltre 37 fornai della Capitale, infatti, proporranno uno speciale sacchetto portapane in tela contenente una fragrante selezione di prodotti da forno. Il costo del sacchetto è di 5 euro e una parte del ricavato sarà devoluto alla lega del filo d’oro.
Non mancherà, per coloro che volessero addentrarsi nel fenomeno pane, scoprendone anche gli aspetti legati all’ambito economico, una parte convegnistica: mercoledì 24 maggio alle ore 17.00 presso la Discoteca di Stato, sita in via Caetani 32, si terrà un interessante incontro dal titolo “Artigiani del Pane: l’arte bianca tra difesa dell’identità, norme e competizione globale”.
Un importante momento di riflessione sullo stato di salute della filiera che gravita intorno a quello che rimane per molti l’alimento simbolo per eccellenza.
MG Logos
Lungotevere Testaccio, 9 – 00153 Roma INFO MG Logos [info@mglogos.it]
Tel 06 57301280 – Fax 06 57138165


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.