A Sorrento sfilano le auto storiche.
Sorrento e dintorni sabato 4 marzo il secondo raduno “città di Sorrento”. La manifestazione, particolarmente prestigiosa, é organizzata dal Club napoletano Antiquariauto presieduto da Luigi di Matteo. Il raduno avrà come speciale vetrina la città di Sorrento, non è casuale la scelta di questa piccola cittadina, da parte dello staff organizzativo del club, particolarmente attento alla valorizzazione dei territori oltre quello del patrimonio automobilistico. Precisa di Matteo -”scegliamo per questa tappa periodi di non affollamento turistico, per dare soprattutto ai cittadini di Sorrento il giusto spazio lontano dalla stagione turistica, e per creare un evento per il territorio e per i cittadini, che si ripeta ogni anno sempre più con maggiore successo e partecipazione”. “Siamo grati per la preferenza accordata alla nostra città – sottolinea il sindaco di Sorrento, Marco Fiorentino -, siamo orgogliosi di poter ospitare un’ iniziativa volta alla valorizzazione del territorio e del patrimonio automobilistico. Anche Mario Gargiulo consigliere delegato allo sport sottolinea l’importanza di questi eventi realizzati in un periodo di poca affluenza turistica, che servono alla città di Sorrento a garantire eventi in tutti i periodi dell’anno. La manifestazione è particolarmente sentita e voluta anche da Angelo Castellano parroco della chiesa di S. Anna di Marina Grande, essendo un appassionato di auto storiche.
In rassegna non mancheranno modelli di elevato interesse storico e collezionistico tutti rigorosamente dagli anni cinquanta ai settanta. Al raduno sorrentino, previste più di sessanta autovetture, numerosi saranno gli equipaggi campani, ma altrettanto numerosi saranno gli appassionati provenienti dal Lazio, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise ed anche dalla Sicilia.
Domenica mattina le auto rimarranno esposte dalle ore nove e trenta alle undici e trenta al Corso Italia a Sorrento, dove a dare il benvenuto sarà il sindaco Marco Fiorentino e il consigliere Mario Gargiulo, dopo la mostra statica, le auto partiranno per il giro panoramico, formando un folto corteo verso Massa Lubrense e Nerano. A Nerano il corteo di auto terminerà il percorso della mitica nastro azzurro, con un pranzo a base di prodotti tipici.
Nando Cirella


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.