Le Acli al fianco dei lavoratori dell’Exide di Casalnuovo per la difesa del posto di lavoro
Orlando: “Convocare un tavolo istituzionale presso la Presidenza del Consiglio è la soluzione migliore per tutelare i diritti dei lavoratori”

Napoli, 9 luglio 1005 – “L’area nord della provincia di Napoli subisce l’arroganza dei vertici aziendali dell’Exide con la messa in licenziamento ed in cassa integrazione per circa mille lavoratori ed il mancato rispetto degli accordi siglati.” lo afferma il vicepresidente delle Acli provinciali di Napoli e presidente del circolo Acli di Casalnuovo.

I lavoratori dell’Exide di Casalnuovo – continua Rea – hanno avviato una dura resistenza attraverso la lotta per la difesa del diritto al lavoro e le Acli provinciali di Napoli, unitamente al circolo Acli di Casalnuovo si stringono agli operai ed auspicano la massima coesione di tutte le forze istituzionali, associative e sociali contro la mannaia della disoccupazione.”

“Per le Acli, la città di Casalnuovo e l’intera area nord della provincia di Napoli hanno bisogno di bonifiche ambientali e non della lenta agonia di un altro sito industriale per fare spazio a speculazioni e rapaci interessi di pochi. – conclude Rea – In tale quadro, le Acli condannano fermamente la politica antisolidaristica del governo che continua sempre più a rendere depresse le aree del Mezzogiorno, condannate alla più completa deindustrializzazione. Gli aclisti di Casalnuovo esprimono la loro piena solidarietà militante, appoggiano le lotte in difesa del posto di lavoro e mettono a disposizione il loro sportello di Patronato per dar tutela alle giuste lotte dei lavoratori.”

”Le Acli di Napoli esprimono tutto il loro apprezzamento per l’attenzione della giunta regionale e dell’assessore Cozzolino per l’impegno finora profuso. – afferma il presidente provinciale delle Acli, Pasquale Orlando – Riteniamo che la decisione di promuovere la convocazione urgente di un incontro presso la Presidenza del Consiglio dei ministri per istituire un tavolo tecnico, composto da esperti della Regione Campania e del Comune di Casalnuovo, per individuare una soluzione che salvaguardi il sito industriale Exide, sia la soluzione più giusta per risolvere questa intricata vicenda e tutelare l’interesse dei lavoratori.”
Per comunicazioni: Michele M. Ippolito (portavoce Acli Napoli) – 3403008340


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.