Seminario organizzato dal Patronato Acli
nell’ambito della campagna “Diritti in Piazza”
“Il Reddito di inclusione sociale”
Povertà, lavoro, cittadinanza
Sabato 8 ottobre 2005, ore 10.00
NAPOLI, Sala dei Baroni – Maschio Angioino
Interverranno, tra gli altri: ANTONIO BASSOLINO, presidente della Regione Campania; ROSA RUSSO JERVOLINO, sindaco di Napoli; MARIA GRAZIA SESTINI, deputato e sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali; MIMMO LUCA’, deputato dei Ds; ANDREA OLIVERO, vicepresidente nazionale delle Acli.

Napoli, 4 ottobre 2005 – «Il “Reddito di inclusione sociale”: povertà, lavoro, cittadinanza». Questo il titolo del seminario che si terrà a Napoli sabato 8 ottobre, alle ore 10.00, presso la sala dei Baroni del Maschio Angioino, per iniziativa del Patronato Acli.

Il Convegno – che cadrà significatamene a ridosso della discussione, in Parlamento, della Legge finanziaria 2006 – mira a riflettere sull’urgenza di politiche di contrasto della povertà e sugli strumenti, adottati o da adottare, per favorire l’inclusione sociale, come appunto il “Reddito minimo di cittadinanza”, misura introdotta dalla Regione Campania, in via sperimentale, lo scorso anno. Interverranno a discutere di tutto ciò: il presidente della Giunta regionale, Antonio Bassolino; il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino; il sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, on. Maria Grazia Sestini; l’on. Mimmo Lucà, deputato dei Democratici di sinistra; il presidente dell’Istituto di Ricerche Sociali di Milano, Emanuele Ranci Ortigosa. I lavori, presieduti dal presidente provinciale delle Acli, Pasquale Orlando, saranno introdotti dalla relazione del vicepresidente nazionale delle Associazioni cristiane dei lavoratori italiani, Andrea Olivero. Chiuderà il seminario Eleonora Cavallaro, presidente delle Acli regionali.

L’appuntamento di sabato 8 si inserisce nell’ambito delle iniziative legate alla campagna nazionale del Patronato Acli “DIRITTI IN PIAZZA”, volta ad informare e sensibilizzare gli italiani sui temi del lavoro e della nuova previdenza complementare. Lo stesso giorno, infatti, in 500 piazze italiane gli operatori e i volontari del Patronato incontreranno i cittadini per illustrare le novità della previdenza integrativa e fornire un sostegno alle scelte di ciascuno attraverso consulenze gratuite personalizzate.

In Campania le piazze interessate all’iniziativa saranno 15.

«Vogliamo rimettere i diritti al centro della politica – afferma Pasquale Orlando, presidente delle Acli di Napoli e membro della Direzione Nazionale delle Acli, spiegando il senso della campagna “Diritti in Piazza” – Vogliamo trasformare i diritti dei lavoratori in discorso e dialogo comune, farne oggetto concreto e vitale di ragionamento quotidiano, coinvolgendo sia le istituzioni, con i seminari, che i cittadini, con la presenza nelle piazze. Il nostro “metterci in piazza” vuole dire, simbolicamente e concretamente, metterci a disposizione della gente, con le nostre competenze, la nostra tradizione, il credito di fiducia che ci siamo guadagnati in 60 anni di storia. Il fatto che anche Bassolino e la Jervolino sono dalla nostra parte e saranno presenti alla manifestazione è ampiamente significativo dell’attenzione che le Istituzioni regionali e locali stanno ponendo una seria attenzione ai problemi che la riforma del mercato del lavoro e della previdenza rischiano di portare a milioni di famiglie. »
Per comunicazioni: Michele M. Ippolito (portavoce Acli Campania) – 3403008340


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.