Procede con Il te delle tre la rassegna “Aspettando Barbuti”
Chiesa di Sant’Apollonia, Salerno.
Salerno, 3 luglio 2017. Procede “Aspettando i Barbuti”, la rassegna teatrale in agenda a Salerno dal 30 giugno al 30 luglio, nella chiesa di Sant’Apollonia. Venerdì 7 e domenica 9 la compagnia Live presenterà “Il te delle tre” per la regia di Alessandro Tedesco. La storia è quella di tre donne colpite da psicopatia che si incontrano, per una curiosa combinazione, sulla tomba del loro psichiatra scomparso in circostanze misteriose. Semplice coincidenza? Tra sospetti reciproci, manie demenziali e attimi di follia, le tre donne daranno vita ad una situazione tragicomica, che nel suo finale, svela una storia inaspettata. In scena, le tre attrici interpretano tre donne comuni e facilmente riscontrabili nella realtà ma, allo stesso tempo, con caratteristiche e modi di fare quasi surreali rendendo lo spettacolo sicuramente divertente ed intrigante. La scenografia in continuo cambiamento, arricchita da costumi di scena colorati, rende l’atmosfera ancora più strana e confusa. Uno spettacolo insolito, comico e con un finale a sorpresa. In scena ci saranno le attrici: Michela Ventre, Annalisa Mauriello e Rossella De Martino.
I prossimi spettacoli: venerdì 14, sabato 15 e domenica 16, Antonello De Rosa andrà in scena con “Io e te”, da lui interpretato insieme a Filomena De Gennaro.
Venerdì 21, Laav officine teatrali presenta “La cantautrice calva” di Eugene Ionesco per la regia di Licia Amarante e Antonella Valitutti.
Chiuderà la rassegna, venerdì 28, sabato 29 e domenica 30, lo spettacolo a cura dei partecipanti allo stage “Clitennestra…i sogni”, a cura di Scena Teatro. L’evento, patrocinato dal Comune di Salerno, è ideato e promosso da Scena Teatro e Bottega San Lazzaro.
Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.
Costo del biglietto: 10 euro.
Scena Teatro è un’associazione culturale fondata e diretta da De Rosa, attiva con i suoi progetti dal 2006; si propone come una organizzazione autonoma e multidisciplinare per la progettazione culturale nel territorio salernitano e nazionale, con particolare riferimento alle attività teatrale come motore di sviluppo territoriale. Nei diversi anni di attività, è stata portata avanti in Campania ma soprattutto in ambito nazionale, una diffusione piuttosto capillare del teatro di ricerca, con numerosi riconoscimenti e divenendo inoltre, per numerosi giovani un importante riferimento non solo formativo ma soprattutto aggregativo. Il gruppo, costituito quasi interamente da un nucleo stabile di attori, sviluppa un lavoro di ricerca destinato a una decodificazione dei vari linguaggi scenici.
L’ufficio stampa Alessandra De Vita T. +39 3888247790
——————————————————————————
Venerdì 30 giugno, si apre il sipario su “Aspettando i Barbuti”, la rassegna teatrale in agenda a Salerno dal 30 giugno al 30 luglio, nella chiesa di Sant’Apollonia.
L’evento, patrocinato dal Comune di Salerno, è ideato e promosso da Scena Teatro e Bottega San Lazzaro. Ieri mattina, nella chiesa di Sant’Apollonia in via San Benedetto a Salerno, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione.
Nel corso dell’incontro sono intervenuti: l’assessore allo Sviluppo del Comune di Salerno Roberto De Luca, Antonello De Rosa (Scena Teatro), Chiara Natella (Bottega San Lazzaro).
«Inauguriamo questa rassegna – la parole di De Rosa – con l’animo di Peppe Natella che 32 anni fa diede inizio ai Barbuti all’insegna della semplicità. Ed è quella semplicità che noi recuperiamo, puntando su un evento dedicato ai ragazzi e agli allievi che studiano e si cimentano con testi importanti. Testi che ci piace sconvolgere attraverso uno studio profondo.»
Ed è il caso di “Medea: il sogno”, la tragedia rivisitata da De Rosa che domani aprirà la rassegna.
«Sarà un racconto ciclico: la scena si apre e si chiude – spiega De Rosa –, con il matrimonio della regina della Colchide, che si celebra però sulle pendici del Vesuvio. Man mano che la storia procede Medea si scopre infelice agli spettatori che infine capiranno che è solo frutto della fantasia di un gruppo di reclusi di una clinica psichiatrica. Dalla Grecia si arriverà a Cogne, lungo un percorso che attraversa tutti i delitti matricidi. Fa da sottofondo alla scena la radio che ricorda tutto quello che gli adulti fanno ai bambini per punire altri adulti.»
Sul palco: Caterina Ianni, Maria Giuseppina Russo, Marco Ronca, Simona Avallone, Rita Casale, Ilaria Sisti, Camilla Levita, Enza Barone, Loredana Veneziano, Donatella Forte, Sara Scalea, Camilla La Corte, Lucia Adinolfi, Laura Saviello, Emanuele Ferri, Francesca Ferraioli, Emilia Battipaglia, Pasquale Senatore, Alessandro Tedesco.
Lo spettacolo verrà replicato anche sabato e domenica.
«Non esiste sviluppo se restiamo aridi dentro – ha dichiarato l’assessore De Luca – e per questo puntiamo su un’offerta che arricchisca i salernitani. Dobbiamo osare, senza aver paura di sperimentare. Se c’è un’offerta la gente partecipa, soprattutto quando le cose sono fatte con passione.»
Venerdì 7 e domenica 9 la compagnia Live presenterà “Il te delle tre” per la regia di Alessandro Tedesco.
Venerdì 14, sabato 15 e domenica 16, Antonello De Rosa andrà in scena con “Io e te”, da lui interpretato insieme a Filomena De Gennaro.
Venerdì 21, Laav officine teatrali presenta “La cantautrice calva” di Eugene Ionesco per la regia di Licia Amarante e Antonella Valitutti.
Chiuderà la rassegna, venerdì 28, sabato 29 e domenica 30, lo spettacolo a cura dei partecipanti allo stage “Clitennestra…i sogni”, a cura di Scena Teatro.
Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.
Costo del biglietto: 10 euro.
Scena Teatro è un’associazione culturale fondata e diretta da De Rosa, attiva con i suoi progetti dal 2006; si propone come una organizzazione autonoma e multidisciplinare per la progettazione culturale nel territorio salernitano e nazionale, con particolare riferimento alle attività teatrale come motore di sviluppo territoriale. Nei diversi anni di attività, è stata portata avanti in Campania ma soprattutto in ambito nazionale, una diffusione piuttosto capillare del teatro di ricerca, con numerosi riconoscimenti e divenendo inoltre, per numerosi giovani un importante riferimento non solo formativo ma soprattutto aggregativo. Il gruppo, costituito quasi interamente da un nucleo stabile di attori, sviluppa un lavoro di ricerca destinato a una decodificazione dei vari linguaggi scenici.
L’ufficio stampa Alessandra De Vita T. +39 3888247790
—————————————————
Giovedì 29 giugno (ore 11,30), nella chiesa di Sant’Apollonia in via San Benedetto a Salerno, si terrà la conferenza stampa di presentazione di “Aspettando i Barbuti”, la rassegna teatrale che si terrà a Salerno dal 30 giugno al 30 luglio, a Sant’Apollonia.
Nel corso dell’incontro interverranno: il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, Antonello De Rosa (Scena Teatro), Chiara Natella (Bottega San Lazzaro).
L’evento, patrocinato dal Comune di Salerno, è ideato e promosso da Scena Teatro e Bottega San Lazzaro.
É gradita la partecipazione degli organi di stampa.
L’ufficio stampa Alessandra De VitaT. +39 388 8247790
——————————————————————–
23 giugno 2017 – Spettacoli finale degli allievi di Scena Teatro al Centro Sociale di Salerno
Salerno, 22 giugno 2017.
Venerdì sera (domani alle ore 21) al Centro Sociale in via Vestuti (quartiere Pastena) andrà in scena il primo dei tre spettacoli finali che chiuderanno l’anno di Scena Teatro. Sul palco, gli allievi del laboratorio diretto dall’attore e regista salernitano Antonello De Rosa. La prima delle tre rappresentazioni in scena che chiudono il ciclo sulla tragedia greca è Medea…il sogno, ispirata alla Medea di Euripide.
Sul palco: Caterina Ianni, Maria Giuseppina Russo, Marco Ronca, Simona Avallone, Rita Casale, Ilaria Sisti, Camilla Levita, Enza Barone, Loredana Veneziano, Donatella Forte, Sara Scalea, Camilla La Corte, Lucia Adinolfi, Laura Saviello, Emanuele Ferri, Francesca Ferraioli, Emilia Battipaglia, Pasquale Senatore, Alessandro Tedesco. Sabato sera si procede con la messa in scena de L’Edipo Re, interpretato da: Mirella Costabile, Annamaria Stimolo, Brunella Peduto, Daniela Guercio, Antonella Mariella, Alessio Sordillo, Nicoletta Chianese, Rosalba Ronca, Grazia Savignano, Chiara Morandin, Danilo Ercolini, Gerardo Trezza, Lucia Adinolfi, Francesco Siani, Pasquale Senatore, Antonela Ciancio, Carmen Ferraioli, Diletta Imparato, Luciano Natella, Alessandro Tedesco, Simona Fredella, Mario Perna, Laura Saviello, Rossella De Martino.
Domenica sera, chiuderà il trittico Le Troiane di Euripide. Saliranno sul palco gli attori: Teresa Massaro, Massimiliano Costabile, Maria Mazziotti, Fortuna Imparato, Antonio Iannone, Alessandra Pettinati, Anna Renzi, Annalaura Mauriello, Angela Avallone, Rosalba Ronca, Francesco Siani, Alessandro Tedesco, Rossella De Martino, Cristina Mazzaccaro, Roberta Cavallaro, Giusy Lamberti, Roberta Buonfrisco. L’opera, ambientata durante la Guerra di Troia, verrà ambientata ai giorni nostri, in chiave napoletana.
Scena Teatro è un’associazione culturale fondata e diretta da De Rosa, attiva con i suoi progetti dal 2006; si propone come una organizzazione autonoma e multidisciplinare per la progettazione culturale nel territorio salernitano e nazionale, con particolare riferimento alle attività teatrale come motore di sviluppo territoriale. Costo del biglietto: 2 euro. Il ricavato verrà devoluto a favore delle popolazioni colpite dal terremoto. Gli spettacoli avranno tutti inizio alle 21.
L’ufficio stampa
Alessandra De Vita
T. +39 388 8247790
alessandra de vita


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.