ASOIM eventi aprile 2018. Appello per i rondoni maggiori al vomero e i quadranti di Posillipo

PROGRAMMA DI MASSIMA ASOIM APRILE – MAGGIO 2018.
Cari Soci, di seguito alcune delle prossime iniziative che svolgeremo come ASOIM e per le quali ci piacerebbe coinvolgerVi.
– Sempre a marzo, ma verso la fine, o subito dopo Pasqua, dopo che Stefano Piciocchi sarà tornato dal sud del Marocco (si, in questo momento il nostro Marco Polo è laggiù), pensavamo di andare a visitare le realizzazioni effettuate dall’ASOIM nella Riserva Naturale della Pineta di Licola – Castelvolturno nell’ambito del progetto BIO FOR POLIS. Sarà anche un momento di convivialità per tutti noi.
– il Richiamo di Atena 7 e 8 aprile
– L’8 aprile saremo i protagonisti del trekking ornitologico nel Parco Gussone annesso alla Reggia di Portici, in collaborazione con il Dipartimento di Agraria e MUSA (Musei di Agraria).
– L’Assemblea annuale dei soci dell’ASOIM è convocata per il giorno 29 aprile 2018, alle ore 11,00, presso il centro visite dell’Oasi WWF di Serre – Persano
———————————————-
30 aprile 2018 – In una cornice naturalistica molto bella (a Persano ieri c’è stato un bel passaggio di Falco cuculo) e in un clima di amicizia e simpatia, l’Assemblea dei soci ASOIM ha portato ad alcuni risultati interessanti. In primo luogo il nuovo Consiglio Direttivo allargato a 7 componenti e formato da Silvia Capasso. Giuseppe Di Martino, Elio Esse, Maurizio Fraissinet, Patrizia Loffredo, Danila Mastronardi, Stefano Piciocchi.
Ha approvato il bilancio consuntivo del 2017.
Ha stabilito la data e la località del prossimo NIght and Day: si terrà il 16 e 17 giugno nell’area del Monte Bulgheria in Cilento (Betty e Diego siete allertati!).
E’ stata formata anche una commissione che lavorerà ad una proposta per la salvaguardia definitiva di una vasta zona umida di grande interesse naturalistico posta tra Lago Patria e Soglitelle.
Verrà riformato, infine, il nostro ormai obsoleto statuto
Un cordiale saluto
Maurizio
—————————
L’Assemblea annuale dei soci dell’ASOIM è convocata per il giorno 29 aprile 2018, alle ore 11,00, presso il centro visite dell’Oasi WWF di Serre – Persano con il seguente ordine del giorno:
L’ordine del giorno è il seguente:
1) Comunicazioni del Presidente
2) Approvazione bilancio consuntivo 2017
3) Nomina nuovo Consiglio Direttivo
4) Night and Day
5) Comunicazioni dei soci
6) Varie ed eventuali
L’Assemblea è dalle 11,00 alle 13,00 nel Centro Visite dell’Oasi WWF di Serre – Persano.
Chi vuole può venire prima e andare a fare BW nell’Oasi. Per quella data l’acqua sarà tornata nell’Oasi.
Per il pranzo, chi vuole può fermarsi al Ristorante “L’Airone” , adiacente al Centro Visite
Chi ha bisogno di un posto auto lo comunichi. Per chi non sa come arrivare lo comunichi che faremo un appuntamento all’uscita di Campagna della Autostrada Salerno – Reggio Calabria
Rettifico l’informazione sulle deleghe. Da statuto un socio può avere due deleghe e non una come precedentemente riportato
Un cordiale saluto Maurizio
—————————————————
25 aprile 2018 – Cari amici, il Consiglio Direttivo (CD) in carica è in scadenza e la prossima assemblea dei soci sarà chiamata ad eleggere il nuovo Direttivo, che resterà in carica per i prossimi tre anni. Il CD, nell’ultima riunione, ha deciso di portare da 5 a 7 i membri del prossimo Consiglio al fine di allargare la partecipazione alla gestione dell’Associazione.
Invito quindi coloro che volessero candidarsi a farmi pervenire la candidatura alla mia email entro e non oltre il 31 marzo 2018.
La scelta dell’Oasi WWF di Serre – Persano, grazie all’ospitalità sempre garbata e disponibile di Remigio Lenza, si giustifica con il fatto che alcuni soci non conoscono ancora l’Oasi, che è possibile fare del bel BW prima dell’Assemblea, che è sempre un bel posto in cui stare, che è raggiungibile anche dai soci salernitani, che possiamo fermarci a mangiare da Renato al ristorante L’Airone.
Per mangiare da Renato occorrerà comunque avere un’idea del numero di partecipanti perché lui possa regolarsi. Siete invitati, se volete, a portare con Voi anche familiari, parenti e amici.
L’assemblea dovrebbe tenersi dalle 11,00 alle 13,00
Speriamo di essere in tanti e di poterci divertire insieme
Per coloro che non sanno come raggiungere l’Oasi WWF di Serre – Persano facciamo un appuntamento con le auto all’uscita di Campagna dell’autostrada Salerno – Reggio Calabria. Lì, alle 9,00, ci sarò io ad attenderVi con la mia jeep renegade bianca. Dovremmo essere puntuali altrimenti chi vorrà scendere ai capanni per fare osservazioni avrebbe poco tempo a disposizione.
Rispondetemi per informarmi chi verrà all’appuntamento in modo che so chi devo aspettare e quando posso andar via (max 9,10).
Nella mia auto c’è ancora un posto libero.
Ricordo che un socio può avere due deleghe e che a fianco al Centro Visita c’è il Ristorante L’Airone per chi vuole fermarsi a pranzo.
Un cordiale saluto Maurizio

ASOIM notizie.

23 aprile 2018 – contemporanea capovaccaio.
Abbiamo ricevuto e inoltriamo questo messaggio di ISPRA per il Capovaccaio. Maurizio

Dallo scorso mese di ottobre ha preso avvio il progetto LIFE “Egyptian vulture”, di cui ISPRA è beneficiario associato. Nell’ambito di tale progetto ISPRA intende avviare una serie di iniziative volte a migliorare lo stato delle conoscenze sulla specie per permettere una più mirata programmazione delle azioni di conservazione.
Attualmente in Italia c’è un gran numero di persone che si dedica all’osservazione degli uccelli selvatici ed in più occasioni è capitato che siano stati segnalati occasionalmente singoli individui o piccoli gruppi di capovaccai anche in luoghi distanti dalle aree note di nidificazione. Queste segnalazioni possono risultare molto utili per individuare eventuali nuovi siti riproduttivi, stimare il numero di subadulti presenti nella popolazione, descrivere la fenologia della specie e i fenomeni di erratismo/dispersione. Tuttavia, talora accade che le osservazioni occasionali non vengano rese note e questo rappresenta una perdita non trascurabile. Occhio al Capovaccaio rappresenta un invito a tutti coloro che praticano il birdwatching a inviarci informazioni sulla specie nel nostro Paese, per contribuire a migliorarne la conoscenza.
Oltre alla raccolta delle osservazioni casuali, invitiamo a partecipare ad una due giorni di monitoraggio in contemporanea del capovaccaio nelle date di sabato 5 e domenica 6 maggio 2018.
Scopo della contemporanea è quella di incoraggiare la ricerca attiva del Capovaccaio nelle zone maggiormente vocate per la specie, in particolare:
nelle aree note di nidificazione e di alimentazione
nelle aree di nidificazione/frequentazione “storica”
nei “colli di bottiglia” dove si concentra il transito dei migratori.
Oltre a migliorare il livello di conoscenza sulla popolazione nidificante, la contemporanea potrà permettere di acquisire informazioni sui soggetti subadulti o sugli adulti non impegnati nella riproduzione. Si tratta di una componente importante della popolazione, che sino ad ora non è stata adeguatamente monitorata in Italia.
Per garantire un adeguato livello di omogeneità nella raccolta dei dati, a tutti coloro che parteciperanno all’iniziativa (anche per un solo giorno o frazione di giorno), chiediamo di compilare la scheda allegata, seguendo le istruzioni fornite. Si prega di compilare la scheda anche nel caso in cui non si osservino individui (anche i dati di non presenza possono risultare utili, in particolare per i nidi storici in corrispondenza dei quali si rilevino eventuali forme di disturbo in grado di precludere la nidificazione!). Invitiamo ad utilizzare la scheda anche per riportare le osservazioni casuali effettuate al di fuori delle giornate del 5 e del 6 maggio. Naturalmente restiamo a disposizione per fornire eventuali ulteriori chiarimenti al riguardo.
Considerata la rarità della specie e la sensibilità delle informazioni relative all’ubicazione dei siti riproduttivi, nella gestione dei dati si presterà ogni precauzione per assicurarne la assoluta riservatezza. Nell’utilizzazione delle informazioni raccolte sarà cura garantire il riconoscimento di coloro che avranno contribuito a raccoglierle.
Grazie a tutti per la collaborazione e buone osservazioni!
Alessandro Andreotti, Arianna Aradis e Andrea Ferri
(lo staff ISPRA incaricato dell’attuazione del Progetto LIFE “Egyptian vulture”)
Alessandro Andreotti
Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale
ISPRA – Area per l’Avifauna Migratrice
Via Ca’ Fornacetta 9
40064 Ozzano dell’Emilia (BO) – Italy
Tel. + 39 051 6512225 – Fax 39 051 796628
Skype: alessandro.andreotti2
———————————————————–
23 aprile 2018 – A febbraio l’ASOIM onlus ha prodotto un documento tecnico in cui si dimostrava con dati scientifici ed analisi statistiche il calo notevole che sta avendo il Moriglione in Campania (e non solo). Lo stesso fu inviato anche all’Ufficio Caccia e Pesca della Regione Campania perché gli articoli 1, comma 2, e articolo 19, comma 1, della legge quadro 157 del 1992 e successive modifiche, prevedono che le Regioni possono vietare o limitare la caccia alle specie in pericolo.
In particolare l’articolo 1, comma 2, dichiara:” L’esercizio dell’attività venatoria è consentito purché non contrasti con l’esigenza di conservazione della fauna selvatica…..”. L’articolo 19, comma 1,dichiara:” Le Regioni possono vietare o ridurre per periodi prestabiliti la caccia a determinate specie di fauna selvatica di cui all’art.18, per importanti e motivate ragioni connesse alla consistenza faunistica o per sopravvenute condizioni ambientali, stagionali o climatiche o per malattie o altre calamità”. Ebbene per il Moriglione è evidente che ci si trovi pienamente nelle condizioni previste dalla Legge.Stamane abbiamo rilanciato la campagna per ottenere l’esclusione. A distanza di poche ore abbiamo già ottenuto l’adesione e l’intervento politico presso uffici e presidenza dei consiglieri regionali Marì Muscara del gruppo 5 stelle e di Francesco Emilio Borrelli del gruppo dei VERDI. Nicola Campomorto (ENPA) e Eduardo Quarta (SOS NATURA) che si associano all’appello. bene così Maurizio
—————————————————————
18 aprile 2018 – Abbiamo ricevuto e inoltriamo questo messaggio di ISPRA per il Capovaccaio
Maurizio
Dallo scorso mese di ottobre ha preso avvio il progetto LIFE “Egyptian vulture”, di cui ISPRA è beneficiario associato. Nell’ambito di tale progetto ISPRA intende avviare una serie di iniziative volte a migliorare lo stato delle conoscenze sulla specie per permettere una più mirata programmazione delle azioni di conservazione.
Attualmente in Italia c’è un gran numero di persone che si dedica all’osservazione degli uccelli selvatici ed in più occasioni è capitato che siano stati segnalati occasionalmente singoli individui o piccoli gruppi di capovaccai anche in luoghi distanti dalle aree note di nidificazione. Queste segnalazioni possono risultare molto utili per individuare eventuali nuovi siti riproduttivi, stimare il numero di subadulti presenti nella popolazione, descrivere la fenologia della specie e i fenomeni di erratismo/dispersione. Tuttavia, talora accade che le osservazioni occasionali non vengano rese note e questo rappresenta una perdita non trascurabile. Occhio al Capovaccaio rappresenta un invito a tutti coloro che praticano il birdwatching a inviarci informazioni sulla specie nel nostro Paese, per contribuire a migliorarne la conoscenza.
Oltre alla raccolta delle osservazioni casuali, invitiamo a partecipare ad una due giorni di monitoraggio in contemporanea del capovaccaio nelle date di sabato 5 e domenica 6 maggio 2018.
Scopo della contemporanea è quella di incoraggiare la ricerca attiva del Capovaccaio nelle zone maggiormente vocate per la specie, in particolare:
nelle aree note di nidificazione e di alimentazione
nelle aree di nidificazione/frequentazione “storica”
nei “colli di bottiglia” dove si concentra il transito dei migratori.
Oltre a migliorare il livello di conoscenza sulla popolazione nidificante, la contemporanea potrà permettere di acquisire informazioni sui soggetti subadulti o sugli adulti non impegnati nella riproduzione. Si tratta di una componente importante della popolazione, che sino ad ora non è stata adeguatamente monitorata in Italia.
Per garantire un adeguato livello di omogeneità nella raccolta dei dati, a tutti coloro che parteciperanno all’iniziativa (anche per un solo giorno o frazione di giorno), chiediamo di compilare la scheda allegata, seguendo le istruzioni fornite. Si prega di compilare la scheda anche nel caso in cui non si osservino individui (anche i dati di non presenza possono risultare utili, in particolare per i nidi storici in corrispondenza dei quali si rilevino eventuali forme di disturbo in grado di precludere la nidificazione!). Invitiamo ad utilizzare la scheda anche per riportare le osservazioni casuali effettuate al di fuori delle giornate del 5 e del 6 maggio. Naturalmente restiamo a disposizione per fornire eventuali ulteriori chiarimenti al riguardo.
Considerata la rarità della specie e la sensibilità delle informazioni relative all’ubicazione dei siti riproduttivi, nella gestione dei dati si presterà ogni precauzione per assicurarne la assoluta riservatezza. Nell’utilizzazione delle informazioni raccolte sarà cura garantire il riconoscimento di coloro che avranno contribuito a raccoglierle.
Grazie a tutti per la collaborazione e buone osservazioni!
Alessandro Andreotti, Arianna Aradis e Andrea Ferri
(lo staff ISPRA incaricato dell’attuazione del Progetto LIFE “Egyptian vulture”)
Alessandro Andreotti
Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale
ISPRA – Area per l’Avifauna Migratrice
Via Ca’ Fornacetta 9
40064 Ozzano dell’Emilia (BO) – Italy
Tel. + 39 051 6512225 – Fax 39 051 796628
Skype: alessandro.andreotti2
——————————————————————-
17 aprile 2018 – Cari tutti,con piacere vi comunico che mercoledi 18 p.v. l’Asoim nella persona del vicepresidente e del segretario, è stata invitata al” talk and drink” del CNR per parlare di ornitologia. Protagonisti saranno i metodi di censimento, la biodiversità, l’inanellamento, Bioforpolis e altri progetti ASOIM.Più giù la locandina.Cordiali saluti a tutti. Danila Mastronardi
——————————————-
16 aprile 2018 – Cari amici, la scorsa settimana ho firmato una convenzione con ARPA Campania per il monitoraggio del Gabbiano corso nell’ambito della marine strategy, un progetto di monitoraggio marino a cui partecipa anche la Regione Campania attraverso l’ARPA.Sono molto contento del risultato raggiunto, frutto di un lungo lavoro fatto di progettazione, contatti, incontri e che ha premiato la stima che l’Associazione si è conquistata presso le istituzioni nei suoi 32 anni di esistenza.
Un cordiale saluto Maurizio
——————————————-
15 aprile 2018 – La scorsa settimana alcuni soci dell’ASOIM hanno iniziato il secondo anno di monitoraggio della migrazione dei rapaci veleggiatori, e non solo, nel Parco Nazionale del Vesuvio. Un monitoraggio condotto dal prof. Fulgione dell’Università Federico II di Napoli per conto dell’Ente Parco. Auguriamo buon lavoro e buon divertimento ai soci impegnati nel progetto
Maurizio
——————————————-
9 aprile 2018 – Buonasera a tutti l’ultima settimana si è rivelata ottima per la migrazione … su litorale Domizio i migratori hanno iniziato a farsi vedere con numeri che stanno crescendo negli ultimi giorni, di interessante come rarità di inizio mese sicuramente la mattina del 3 aprile in compagnia di Geppino De Martino ai Variconi di un individuo maschio di Casarca molto schivo, un gabbiano reale pontico 2cy (raro per il litorale), schiribilla in canto e i primi cannareccioni in compagnia di cannaiole e cutrettole nonchè il passaggio di un gruppo di ca. 70 chiurli piccoli in migrazione.Nella giornata di mercoledi 4 nel pomeriggio alle vasche di Ischitella ho avuto il piacere di osservare un bellissimo Gufo di palude, le prime pernici di mare ben 4, 11 pittime reali, 4 avocette, 14 mignattai in volo nei prati moltissimi corrieri piccole cutrettole tra cui cinereocapilla, flava e feldegg. Nella giornata di giovedi 5 mattina sempre alle vasche da segnalare un bellissimo falco di palude e dei bianconi in migrazione.Sabato 7 a foce regi lagni un via vai di labboidi tra stercorai mezzani e labbi, beccacce di mare 11, pivieresse, berte minori.
Stamane invece complice il vento e la perturbazione della notte su lago patria i primi stiaccini (due maschi adulti) moltissimi rondoni ( pallidi,comuni, maggiori), 3 topini, cannareccioni in canto. successivamente in compagnia di Filippo tatino e Martino alla bufalara abbiamo osservato la presenza di ben 39 ALBASTRELLI (inizialmente 3 e poi 36 che giungevano alle nostre spalle da lago patria): si tratta del secondo dato di rilevanza numerica dal 2005 ad oggi per il litorale, in più erano presenti anche 2 gambecchi nani, 6 pernici di mare, almeno una 40 ina di cavalieri , inoltre a foce regi lagni oltre 54 avocette cercavano riposo dal forte vento sulla battigia in compagnia di piovanelli tridattili ed alcune beccacce, infine zona depuratore da segnalare la presenza di una bellissima femmina di fistione turco chissà che non stia aspettando il maschio.
Per il momento è tutto ci aggiorniamo alle prossime ore… un saluto
Alessandro Motta asoim
—————————————————
DOMENICA 8 APRILE TREKKING NEL BOSCO DELLA REGGIA DI PORTICI PER SCOPRIRE I CANTI DEGLI UCCELLI
Una domenica speciale nel Bosco del Sito Reale di Portici, immersi nella natura e nei suoi spazi, tra i suoi suoni e i suoi silenzi. Camminare in un bosco, fermarsi ogni tanto, ascoltare i canti degli uccelli che lo popolano in primavera. Accorgersi che il bosco non è silenzioso, ma, al contrario, è un luogo dove ogni giorno si esibiscono cantori e si ascoltano note e melodie. Sarà questa l’esperienza che si vivrà passeggiando nel Parco Gussone della Reggia di Portici, in compagnia degli ornitologi dell’Associazione Studi Ornitologici Italia Meridionale – ASOIM – onlus. Durante la passeggiata ci saranno brevi soste nel bosco per ascoltare i canti, imparando a riconoscere le varie specie forestali presenti. Invitiamo tutti a condividere un’esperienza carica di emozioni. È consigliabile munirsi di binocolo.
09:45 – appuntamento presso la biglietteria dei Musei, via Università 100 Portici (Na) Registrazione dei partecipanti e inizio dell’attività.
Contributo organizzativo: 8,00 euro Ridotto: 4 euro (6 – 12 anni) Gratuito under 6
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA 081 2532016 (lun-ven 9,30-13,30) / prenotazioni@centromusa.it
L’EVENTO SARÀ EFFETTUATO AL RAGGIUNGIMENTO DI UN NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI
COME RAGGIUNGERCI In treno: circumvesuviana fermata Portici-via Libertà o FS fermata Portici-Ercolano In auto: parcheggio interno gratuito
————————————-
8 aprile 2018 – Cari amici, è davvero difficile trovare una data per l’assemblea ASOIM ad aprile. Lo fu anche lo scorso anno. C’è da incastrare le partite del Napoli, le uscite per le attività di inanellamento nella nostra stazione di ricerca nella Riserva di Castelvolturno, di altri eventi che vedono coinvolta l’Associazione, le attività di monitoraggio e quelle lavorative di alcuni soci che il sabato non si possono assentare.Allora ho elaborato un complicatissimo algoritmo che solo la mia mente matematica geniale poteva creare e sono arrivato alla conclusione della data del 29 aprile. In quella domenica il Napoli giocherà contro la Fiorentina alle ore 18,00 e pertanto si farà in tempo a tornare indietro. Le domeniche precedenti invece il Napoli giocherà sempre alle 15,00 e per chi segue la squadra (non io, come ben sapete tutti Voi!) diviene difficile poter partecipare. Non c’è concomitanza con le attività di inanellamento e con altre attività di monitoraggio. E’ molto probabile che ci sarà anche l’acqua nell’Oasi del WWF.E allora, scusandomi per i continui, troppi cambiamenti, Vi informo che l’Assemblea è convocata, a questo punto in seconda convocazione, il giorno 29 aprile alle ore 11,00 presso il Centro Visite dell’Oasi WWF di Serre – Persano. Chi vorrà venire prima avrà la possibilità di visitare i capanni e fare foto e bird-watching. La stessa cosa la potrà fare anche restando il pomeriggio.L’Assemblea infatti finirà per ora di pranzo e chi vuole potrà fermarsi, in una tavolata collettiva, presso il ristorante l’Airone, sito nell’Oasi stessa. Chi poi, dopo pranzo, vorrà ad andare a vedere la partita contro la Fiorentina farà in tempo. Chi, come me, non è interessato alla partita, se vorrà potrà trattenersi anche il pomeriggio.
Ricordo che è possibile delegare un socio, ma che un socio non può avere più di una delega.
Per tempo ci organizzeremo con i passaggi in auto di chi non potrà venire autonomamente e l’appuntamento per chi non sa arrivare con l’auto all’Oasi.Chi verrà con me deve mettere in conto che dopo il pranzo andrò via perché non si può non vedere la partita che si terrà dopo lo scontro del 22 aprile e nel quale il Napoli vincerà sicuramente.
—————————————
3 aprile 2018 – Cari amici, stamane mi sono recato nella zona di Via San Domenico e Via Pigna per i campionamenti funzionali alla realizzazione del terzo atlante ornitologico degli uccelli nidificanti e svernanti nella città di Napoli. Uscito dalla tangenziale al Vomero mi sono accorto che uno gruppo di Rondoni maggiori volava intorno ad alcuni palazzi di Via Cilea, apparentemente alla ricerca di siti idonei alla nidificazione.Faccio appello quindi ai soci che abitano o frequentano il Vomero di prestare attenzione a questo aspetto e di verificare se la frequentazione della specie si protrarrà anche nei prossimi mesi e se si scorgeranno individui entrare o uscire da fori posti nelle facciate dei palazzi.Colgo l’occasione per fare anche un altro appello riferito all’Atlante.Non sono ancora ben coperti in periodo riproduttivo i quadranti posillipini di Via Manzoni, Via Stazio, Via Partenope, zona Piazza San Luigi e lungomare fino a Mergellina, zona casale di Posllipo. Io mi recherò per i campionamenti. Invito però ugualmente i soci residenti nel quartiere o che lo frequentano a visitare le zone e a chiedere informazioni ad amici e conoscenti, ovviamente anche per i rapaci notturni.Grazie Maurizio Fraissinet presidente asoim(nella foto)

Categorie: Ornitologia

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.