Associazione Culturale Teatrale e Musicale “Artenauta Teatro”
“(In realtà solo apparente)ⁿ” chiude la rassegna L’Essere&L’Umano
Teatro comunale “Diana” Piazza Guerritore, 1 Nocera Inferiore (Salerno)
Cala il sipario della rassegna L’Essere&L’Umano a cura di Artenauta Teatro e diretta da Simona Tortora.
A porre il sigillo, sulla rassegna sarà “(In realtà solo apparente) ⁿ” di Artenauta Teatro che andrà in scena venerdì 25 Maggio al Teatro Comunale di Nocera Inferiore, per la drammaturgia e regia di Simona Tortora.
Lo spettacolo è liberamente tratto da: ”Il povero Piero” di Achille Campanile.
Dalle note di regia: Ho sempre amato chi fa della quotidianità un atto artistico e sovversivo. Nelle sue opere, Achille Campanile riesce con la sua scrittura surreale ed ironica a prendere di petto la realtà del nostro più comune agire e a darle una dimensione che ne mette in luce tutta la sua contraddizione.
L’intelligenza comica di Campanile, la sua geniale ilarità mi hanno ispirata nella scrittura di questa nuova drammaturgia. La messinscena ha un ispirazione figurativa che potrei definire magrittiana, dal maestro che ha proposto, nei suoi quadri, non un’altra realtà bensì la nostra realtà vista da un’altra prospettiva. Un testo dove il morto è l’unico che sappia fare bene la propria parte, disteso sul letto tra i fiori e le candele, pallido, freddo e impenetrabile come s’addice alla sua nuova condizione. E i vivi? Eccoli che s’agitano senza bene, in un movimento in apparenza continuo ma di fatto bloccato da stereotipie e convenzioni. Divertenti ma maledettamente impreparati alla vita. E alla morte.
La pièce Il povero Piero, diventa presto antesignana del teatro dell’assurdo, contendendo il podio più alto ad un altro gigante del teatro europeo, Eugène Ionesco, ed è stata di ispirazione a questo nuovo lavoro. Una commedia dell’equivoco, la trama prelude ad eventi surreali cui si imbatteranno i personaggi dopo la morte del protagonista (assente, come in alcuni eccellenti repertori scenici), ritmati da un andirivieni di parenti e amici portatori di un ipocrita perbenismo di circostanza, oltre che di volgarità e vizi scanditi da raffinata e graffiante ironia.
Aiuto regia: Luigi Fortino; scenografia a cura di Caterina Bruno; luci e tecnica di Giuseppe Petti.
Inizio spettacoli ore 21.00
Biglietto intero 15,00 euro; ridotto 13,00 euro (under 18 e over 65)
Per contatti:info@artenautateatro.it cell. 3394212114 cell. 3205591797
per accrediti e interviste
Alessandra De Vita – alessandradv@live.it T. +39 388 8247790
Segui la pagina www.facebook.com/artenauta.teatro/

———————————————————————
Associazione Culturale Teatrale e Musicale “Artenauta Teatro”
“La vita cambiata” va in scena per la rassegna L’Essere&L’Umano Teatro comunale “Diana”
Piazza Guerritore, 1 Nocera Inferiore (Salerno)
Un omaggio all’universo Pirandelliano, alle sue molteplici sfaccettature, finzioni, verità, e alla grande magia del teatro, della quale Pirandello rimane uno dei protagonisti indiscussi. Il sipario della rassegna L’Essere&L’Umano a cura di Artenauta Teatro e diretta da Simona Tortora, si alza su “La vita cambiata” di Artenauta Teatro che andrà in scena l’11 Maggio al Teatro Comunale di Nocera Inferiore, per la drammaturgia e regia di Antonello Ronga.
Lo spettacolo intreccia, attraverso le parole dei suoi lavori più celebri, una storia immaginifica che ci avvicinerà ancora di più al Pirandello uomo e a quella che è stata la sua vita. “La vita cambiata” è il viaggio simbolico che affronta, in due mondi paralleli, reale ed irreale, la figura della madre di Luigi Pirandello. Una madre reale che è alla continua ricerca di suo figlio (diventato forse irreale), disposta a tutto per ritrovarlo, per riabbracciare questo bambino, strappato troppo prematuramente dal suo petto. Un rapimento avvenuto, come in una profezia, da un personaggio che ha predestinato questo figlio ad una vita nuova. Ecco che comincia per Luigi la vita diversa – dalle note di regia – che oscilla continuamente tra questi due mondi paralleli, talvolta confondendoli. Una vita dedicata alla scoperta della parola, alla creazione di centomila personaggi e delle loro relative storie, al punto da dimenticarne la propria. Fino a quando un incontro inaspettato creerà il caos, schiuderà gli usci di queste due dimensioni confondendole definitivamente, creandone una sola, unica, meravigliosa…la dimensione del Teatro.
Aiuto regia: Giuseppe Citarella; luci e tecnica a cura Giuseppe Petti; coreografie a cura di Fortuna Cafasso.
Inizio spettacoli ore 21.00
Biglietto intero 15,00 euro; ridotto 13,00 euro (under 18 e over 65)
Per contatti:info@artenautateatro.it cell. 3394212114 cell. 3205591797
per accrediti e interviste: Alessandra De Vita – alessandradv@live.it T. +39 388 8247790
Segui la pagina www.facebook.com/artenauta.teatro/

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.