Roccadaspide (SA)
Verso il recupero e valorizzazione del centro storico

È stato ammesso a finanziamento, nell’ambito del Parco Progetti Regionale, il progetto di recupero e valorizzazione del centro storico nell’area circostante il castello medievale di Roccadaspide, la cui spesa è di oltre tre milioni e mezzo di euro.
Il progetto mira ad aumentare la capacità di attrazione del centro storico attraverso il miglioramento dell’arredo urbano, considerato che per decenni, come accaduto in numerosi altri comuni, alla parte più antica del paese è stata prestata pochissima attenzione con la conseguenza che l’area risulta abbandonata a se stessa, anche se non in maniera irrimediabile.
Le tecniche che saranno utilizzate per l’intervento rispetteranno l’esistente, proponendo materiali rispettosi dell’ambiente, gli stessi utilizzati prima degli interventi senza criterio degli ultimi anni.
Diversi gli obiettivi dell’intervento: rafforzare i legami sociali della comunità, ridare decoro e prestigio ad un’area importante, custode di storia, realizzare spazi per momenti di socializzazione, e luoghi destinati a mercatini, sagre, esposizione dei prodotti dell’artigianato locale e della gastronomia.
Nello specifico l’intervento prevede il recupero e la valorizzazione della viabilità di accesso al centro storico e la riqualificazione dell’area antistante il castello medievale.

L’area interessata dall’intervento comprende Piazza XX Settembre, Via Mazzini, parte di Via G. Giuliani, via M. Gorga, via Garibaldi, Via SS Rosario, Largo dell’Assunta e varie traverse collegate alle stesse strade.
Il progetto, che prevede la riqualificazione di piazza XX Settembre con la sistemazione dell’area antistante il castello medievale e la fontana, prevede:
– il rifacimento di tutti i sottoservizi quali rete idrica, rete fognante, rete elettrica, impianto di pubblica illuminazione, rete telefonica e rete del gas;
– il rifacimento della pavimentazione per circa 4000 metri quadrati;
– per le parti a vista saranno utilizzati materiali locali;
– per quanto riguarda la pavimentazione si prevede l’utilizzo di pietra locale;
– per tutte le pavimentazioni ad “opus incertum” e lastre quadrate a superficie fiammata per la parte centrale;
– la messa in opera e il ripristino della pavimentazione di origine vulcanica “basolato” lungo via Mazzini, X Settembre e G. Giuliani;
– l’installazione di gradini in pietra locale a superficie fiammata.
Previste, infine, la messa in opera di elementi di arredo urbano e l’installazione di sostegni per illuminazione stradale costituti da base di ghisa, palo in acciaio brunito e corpo illuminante costituito da lanterne fissate a bracci ornamentali.
L’addetto stampa, Annavelia Salerno

INFO
Annavelia Salerno, giornalista
Direttore del periodico Voci dal Cilento www.vocidalcilento.it redazione@vocidalcilento.it
Cell. 339 1107387
e.mail: annavelia@virgilio.it direttore@vocidalcilento.it Via Isca – 84049 – Castel San Lorenzo (SA)

da: annavelia@virgilio.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.