A NAPOLI PIZZA FEST 2008

Salvatore Cuomo e la sua equipe di pizzaioli giapponesi al PizzaFest per il Vota La Pizza 2008.

———————
19 SETTEMBRE 2008
———————
CON LA PIZZA TUTTI I SAPORI E DELLA TRADIZIONE AGROALIMENTARE NAPOLETANA
L’edizione di quest’anno di PizzaFest ancora più gustosa. Nel segno della famosa ed apprezzata tradizione alimentare e produttiva napoletana, quest’anno, insieme alle pizze e ai loro inimitabili ingredienti che l’hanno resa famosa, è possibile trovare anche il resto del meglio delle produzioni agroalimentari tipiche del territorio provinciale napoletano.
Con una iniziativa di Coldiretti finanziata dalla Camera di Commercio di Napoli, in occasione della festa della pizza napoletana che richiama appassionati da tutto il mondo, i palati più raffinati potranno soddisfare le loro voglie con i sapori, le capacità nutrizionali e la convenienza di un’ampia varietà di prodotti del rinomato paniere agroalimentare partenopeo.
Un intervento volto, con l’esaltazione del loro stretto legame con il simbolo dell’alimentazione salutare, gustosa, conveniente e senza inutili emissioni di anidride carbonica in assoluto, al rilancio delle produzioni tipiche locali e del naturale rapporto esistente tra agricoltura, enogastronomia, cultura, qualità dell’alimentazione, gusto e sicurezza alimentare ed ambientale.
Negli stand Coldiretti, dai pomodorini vesuviani alle essenze vegetali tipiche degli orti locali nelle tradizionali conserve, dal miele e l’olio ai vini del Vesuvio e dei Campi Flegrei, dalle marmellate di albicocche ai dolci tradizionali e al cioccolato infarcito con uva catalanesca e liquore di limoni, il meglio della produzione agroalimentare tipica napoletana si è inserirà con iniziative di informazione, degustazione e vendita per un’alimentazione sana, gustosa e conveniente sul più importante appuntamento con il più popolare e completo alimento, quale è la pizza napoletana, proponendo prodotti e conoscenze di un’antica cultura alimentare di grande valenza nutrizionale, culturale ed economica, nella prospettiva del più generale e completo recupero di un patrimonio comune di grande valore.nr
da: Rivieccio Nicola [nicola.rivieccio@coldiretti.it]

————–
IL CONCORSO
————–
Al PizzaFest i cultori della pizza napoletana preferiscono Salvatore Cuomo Japan, decretando le pizze eccellenti, e in testa alla classifica del concorso “Vota La Pizza 2008”.
Il Pizzafest ha preso il via da sei giorni, ospitando alla Mostra d’Oltremare gli appassionati della pizza napoletana e chi ha voglia di divertirsi tra spettacoli e animazione, mentre cresce l’entusiasmo per la gara “Vota La Pizza 2008” che vede Salvatore Cuomo in vetta alla classifica con 2,740 punti.
In gara motivati e divertiti i 25 pizzaioli nipponici e i 6 cinesi di Salvatore Cuomo che già danno spettacolo nel loro abbigliamento colorato, tra esibizioni e virtuosismi da esperti pizzaioli e lo stand addobbato da bandiere, ventagli e fasce bianche con il sole rosso. Una festa che si ripete ogni anno sempre più entusiasmante per l’imprenditore italo-giapponese Salvatore Cuomo, che considera l’evento il più importante a livello internazionale dedicato alla verace pizza napoletana.
Solo Napoli infatti può vantare la nascita della pizza e festeggiarla con il PizzaFest giunto alla tredicesima edizione, che fino al 21 settembre, presso la Mostra d’Oltremare di Napoli, vedrà un via vai crescente di pubblico che man mano si appassiona al concorso internazionale “Vota la pizza”, con il patrocinio speciale dell’Assessorato all’Agricoltura e alle Attività Produttive della Regione Campania. I giudici popolari infatti sono i visitatori della manifestazione, che possono tutti i giorni (escluso Domenica 21 settembre 2008 quando si terranno le premiazioni) con il codice a barre del biglietto d’ingresso dare una valutazione alla qualità della pizza degustata e alla accoglienza ricevuta attraverso un sistema di votazione elettronico, con dei monitor touch screen, che permetteranno di scegliere facilmente la pizzeria da votare e la valutazione da dare (sufficiente, buona, ottima, eccellente). I risultati aggiornati in tempo reale attraverso dei server dedicati, sono visibili anche sul sito ufficiale della manifestazione www.pizzafest.info, fino alla chiusura di sabato 20 settembre 2008, quando il pubblico avrà scelto la nuova Regina del Pizzafest 2008.
Ma più di tutto a Salvatore Cuomo interessa motivare i suoi ragazzi, una sorta di stage concentrato in due settimane di pura napoletanità: “E’ importante- ha dichiarato- che vivano questa esperienza, con grande entusiasmo, per sentire la competizione, vedendo come lavorano le altre pizzerie assaporando l’aria di Napoli, e ricavando il meglio da tutto ciò che vivono qui. E’ difficile spiegare atmosfere e stili di vita, così vedono con i loro occhi, e incamerano un bagaglio culturale non trasferibile in altro modo”.
E non può essere diversamente per Salvatore Cuomo (www.salvatore.jp ed il link PizzaFest special site) che rappresenta un impero di 80 locali col proprio brand tra il centro di Tokyo, e le prossime inaugurazioni, di Singapore e Seul oltre alle aperture anche in franchising che si susseguono al ritmo di due al mese. Perciò vincere il concorso del PizzaFest è un traguardo ambito, per tutta la squadra, in un contesto dove la competizione è fortissima, ed i “pizzaioli dagli occhi a mandorla”, motivatissimi si battono per il Vota la Pizza 2008.
(Nella foto i vincitori)
INFO
PizzaFest organizzato dell’associazione Verace Pizza Napoletana, è aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 19 alle 24, e al costo del biglietto di ingresso di 10 € da diritto a gustare una pizza, una bibita, un caffè e il limoncello, oltre ad assistere ad uno dei tanti spettacoli in programma nel corso della manifestazione.
Ufficio Stampa Salvatore Cuomo Jp:
Annalisa Tirrito 335.5289607, annalisa.tirrito@tin.it,
Antonio Del Piano 339.4486695, press@adelpiano.it

——————-
LA PRESENTAZIONE
——————–
Anche quest’anno l’imprenditore italo-giapponese Salvatore Cuomo, che ha fatto della pizza e la cucina italiana il suo biglietto da visita in Asia, partecipa con una squadra di quindici pizzaioli del Sol Levante, al più importante evento dedicato alla verace pizza napoletana, il PizzaFest giunto alla tredicesima edizione, dall’11 al 21 settembre 2008 presso la Mostra d’Oltremare di Napoli, dove assaporare le specialità delle pizzerie italiane ed estere.
In Giappone la Pizza Napoletana ha un solo nome Salvatore Cuomo, dal genio e la capacità imprenditoriale del suo fondatore, frutto dell’unione tra la scaltra napoletaneità paterna e l’operosità giapponese materna. Trapiantato a Tokyo Salvatore Cuomo non ha che un disegno da portare avanti, proporre la pizza ai giapponesi e rendere il tradizionale piatto campano un baluardo del made in Italy anche lì dove l’alimentazione è del tutto differente da quella europea, convinto che se una cosa è buona, lo è al di là dei gusti nazionali.
E lo fa con grande costanza e professionalità, tanto che oggi con il marchio Salvatore Cuomo Japan, ed un numero imprecisato di ristoranti (circa 70 tra il centro di Tokyo, Hong Kong e Pechino, con nuove aperture anche in franchising che si susseguono ad un ritmo di due al mese) è conosciuto in tutto il mondo, come l’anello di congiunzione tra il Giappone e l’Italia nei difficili e irraggiungibili meandri dell’alimentazione dei due paesi.
Per fare ciò nel modo più esclusivo non può rinunciare al PizzaFest, la manifestazione organizzata dall’Associazione Verace Pizza Napoletana, più prestigiosa e conosciuta nel panorama internazionale, che si svolge dall’11 al 21 settembre a Napoli, negli spazi esterni della Mostra d’Oltremare. Così, partecipa alla grande, con un’equipe di 15 tra i più esperti pizzaioli dei ristoranti Salvatore Cuomo, rappresentati dai tre finalisti del Qualifying Trial della compagnia, conclusosi il 13 luglio scorso, proprio per l’edizione PizzaFest 2008, con la vittoria dei pizzaioli Momoo, Sekiguchi e Nishibara.
Vincere il concorso del PizzaFest è un traguardo ambito, per gli addetti ai lavori, dove la competizione è fortissima, perciò la formazione di Salvatore Cuomo ed i suoi “pizzaioli”, è pronta a prender parte al Vota la Pizza 2008, che nel corso dell’evento vedrà il pubblico decretare la migliore pizzeria, valutando non solo la bontà del prodotto, ma anche l’organizzazione e la qualità del servizio, sotto un unico denominatore Verace Pizza Napoletana, realizzata seguendo scrupolosamente i dettami del disciplinare S.t.g. (specialità tradizionale garantita) Pizza Napoletana.
Ambasciatore all’estero, Salvatore Cuomo importa dai fornitori campani per i suoi ristoranti, mozzarella, pomodori Sammarzano e farina, esaltando la pizza e l’internazionalizzazione, la stessa finalità dell’associazione Verace Pizza Napoletana, che valorizza, promuove, e rappresenta l’emblema del made in Campania perseguendo l’obiettivo di tutelare la tipicità del prodotto garantendo gli elevati standard qualitativi della verace pizza napoletana.
PizzaFest sarà aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 19 alle 24, e al costo del biglietto di ingresso di 10 € darà diritto a gustare la pizza, una bibita, un caffè e il limoncello, oltre ad assistere ad uno dei tanti spettacoli in programma nel corso della manifestazione.
INFO
Ufficio Stampa Salvatore Cuomo Japan
Annalisa Tirrito 335.5289607, annalisa.tirrito@tin.it
Antonio Del Piano 339.4486695, press@adelpiano.it

—————————-
LA NOTA DI MARIO CARILLO
—————————–
Sarà la fanfara dei bersaglieri ad accompagnare, giovedì 11, l’inaugurazione della XIII edizione del Pizzafest, negli spazi della Mostra d’Oltremare. L’evento, musica, cultura, gastronomia chiuderà i battenti, domenica 21 settembre.
Alla conferenza stampa, nel salone di rappresentanza dell’Ascom di Piazza Carità erano presenti il presidente Antonio Pace, l’assessore alle attività produttive Andrea Cozzolino, il maggiore Antonio Grilletto per l’Esercito, Massimo Porzio dell’Associazione Vera pizza napoletana, il presidente della Mostra d’Oltremare Raffaele Cercola e Gigio Rosa di Radio Marte, speaker ufficiale della manifestazione.
Napoli, il Vesuvio, il sole, le canzoni, la tarantella, la pizza, gli spaghetti, l’amore. Parlarne si rischia l’accusa di tracciare un ritratto oleografico della città. Eppure la pizza napoletana – sostiene lo scrittore Antonio Girelli – è un argomento come pochi altri rappresentativo della cultura partenopea.
A dare maggiore smalto al nostro piatto per eccellenza, Silvio Berlusconi. Come testimoniano le cronache di questi giorni, il premier ha rifiutato il pranzo ufficiale a base di spigole preparato in suo onore in Prefettura e si è fatto accompagnare in una rinomata pizzeria del centro storico per gustare una Margherita con pomodorini freschi, mozzarella di bufala e olio extravergine di oliva.
Nei viali della Mostra, oltre alle numerose pizzerie partenopee che hanno prenotato ampi spazi ci saranno rappresentanze della Cina, Corea, Stati Uniti e Giappone. Assiduo frequentatore della kermesse con quindici pizzaioli del Sol Levante, Salvatore Cuomo, proprietario di una settantina di locali tra il centro di Tokyo, Hong Kong e Pechino.
Un concorso tra i consumatori eleggerà la regina della pizza e per i visitatori che la voteranno un soggiorno offerto dall’Iperclub.
Cosa c’è dentro la pizza napoletana, qual è l’alchimia che da vita alla pizza napoletana? Di questo e altro si parlerà lunedì 15 nel workshop “La chimica della pizza napoletana”, con la partecipazione di scienziati, produttori e consumatori.
Sul palco, con lo sfondo della fontana illuminata dell’Esedra, sfileranno speakers, personaggi, comici, animatori e dj di Radio Marte. Nella serata inaugurale, sarà presente Mariano Apicella, nei giorni successivi Debborina (il personaggio trash di Fabio Brescia); Lisa Fusco (la subrettina dell’Isola dei Famosi); i Beatall, Principe e Socio M; Luna; Ornella Mancini, I Chiattoni Animati; i Mastro Masiello mandolino; Ania; Neyla e Maurizio Cinesi. Le sfilate di moda, si alterneranno durante i concerti di Gigi Finizio, martedì 16 e quello di Eddy Napoli di venerdì 19.
Sponsor del festival, Birra Peroni, il Molino Caputo, l’acqua Ferrarelle, il Consorzio Anfo per l’olio extravergine d’oliva e Giovanni Scaturchio per la pasticceria.
Per venerdì, 19 settembre, festa di san Gennaro, sarà effettuato un collegamento in videoconferenza con il contingente militare impegnato in Libano, dove nei forni per la panificazione saranno preparate pizze tricolori. Presenti a Napoli, tre atleti militari campani che hanno partecipato alle Olimpiadi: Mauro Sarmiento, medaglia d’argento nel taekwondo, Vittorio J.Parrinello (pugile) e Leonardo Basile (taekwondo). Negli spazi espositivi, strutture gonfiabili con logo E.I., infopoint e personale che promuoverà i concorsi che la Forza Armata offre ai giovani.
da: Mario Carillo [mcarill@tin.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.