Agriturist Campania: “Soddisfazione per la nuova legge quadro nazionale sull’Agriturismo”
“Questa legge aprirà la strada all’approvazione di una nuova legge regionale sulla materia”
Napoli, 18 febbraio 2006 – Da alcuni giorni, l’agriturismo italiano ha una nuova normativa di riferimento. Iinfatti, in dirittura di arrivo di legislatura, la Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, presieduta da Giacomo de Ghislanzoni Cardoli ha definitivamente approvato la nuova legge quadro per la disciplina del settore. La normativa rappresenta il nuovo “testo unico” sulla materia e riordina un settore, nel quale le interpretazioni legali sono state sempre molto contrastanti tra di loro, a seconda delle convenienze.

L’approvazione della legge ha seguito un cammino lungo e tortuoso, ed aprirà, nei prossimi mesi, la strada la strada all’approvazione di una legge regionale in materia in Campania, come si augurano Confagricoltura e Agriturist, l’associazione promossa dall’organizzazione dei datori di lavoro agricoli che riunisce le imprese agrituristiche.

“La legge approvata nelle scorse ore indica procedure amministrative più snelle e più stringenti requisiti di connessione con l’attività agricola, tesi ad esaltare le peculiarità dell’agriturismo nel panorama dell’offerta turistica complessiva del nostro Paese. – afferma la presidente regionale di Agriturist Campania, Vittoria Brancaccio – L’auspicio di Agriturist e di Confagricoltura Campania è che la nuova normativa possa contribuire ad accelerare la diffusione dell’agriturismo, ma soprattutto a migliorarne ulteriormente la qualità.”

Fra le novità più significative della nuova legge: un più stretto collegamento della ristorazione ai prodotti agricoli del territorio (in particolare quelli riconosciuti DOP e IGP); modalità di rilascio più rapido delle autorizzazioni; la costituzione di un osservatorio nazionale di settore.

In Campania sono iscritte ai registri regionali degli operatori agrituristici oltre 1300 aziende, metà delle quali è effettivamente operante. La distribuzione percentuale degli iscritti in Campania (aggiornata a aprile 2005) risulta essere così composta: Provincia di Avellino n.171 iscritti pari al 13,1% del totale regionale. Provincia di Benevento n. 283 iscritti pari al 21.7% del totale regionale. Provincia di Caserta n.165 iscritti pari al 12.6% del totale regionale. Provincia di Napoli n.117 iscritti pari al 8.9% del totale regionale. Provincia di Salerno n. 566 iscritti pari al 43,4% circa del totale regionale (dati della Regione Campania).
Per comunicazioni: Michele M. Ippolito (Responsabile comunicazione Confagricoltura Campania) – 3403008340


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.