Aglio, Allium sativum
Varietà e riproduzione: la varietà più rinomata è l’Aglio Bianco o comune ; l’Aglio Rosa per quanto precoce rispetto al Bianco ha scarsa conservabilità. La riproduzione avviene per bulbili.
Clima e terreno: il clima ideale per l’aglio è il temperato asciutto, mentre il terreno deve essere ricco di sostanza organica e di calcare senza ristagni d’acqua.
Semina, raccolta e conservazione: la semina si fa direttamente sull’orto piantando i bulbili ossia gli spicchi che compongono la testa dell’aglio. Vengono scelti gli spicchi esterni del bulbo e di annata completi della scorza e piantati con l’apice rivolta verso l’alto. La profondità di semina è di 5cm. la distanza tra le file di 25cm. e di 10cm. sulla fila. L’epoca di semina è di ottobre novembre al sud, gennaio febbraio al nord. La raccolta si esegue d’estate quando la parte aerea è secca. Per la conservazione i bulbi vengono puliti dalla terra, fatti essiccare al sole e quindi raggruppati in trecce o mazzi.
Concimazioni e cure colturali: la concimazione è organica, il letame maturo, 2 per 100mq.,viene interrato ad una profondità di 30cm.. le cure colturali prevedono annaffiature limitate, l’aglio teme l’acqua, scerbature e zappature. Altre lavorazioni consistono nell’asportare lo scapo fiorale nelle piante che fioriscono anticipatamente e nell’intrecciare le foglie per favorire l’ingrossamento del bulbo.
Avversità: tra gli insetti che attaccano l’aglio la criocera, la nottua, la tignola e la mosca. Tra le crittogame, oltre alla peronospora e la ruggine, sono temibili il marciume del cuore ed il mal dello sclerozio. Il marciume del cuore si sviluppa nelle stagioni, con andamento climatico caldo umido. La difesa consiste nell’evitare di seminare aglio per un certo numero di anni, il mal dello sclerozio colpisce le radici che marciscono causando la morte dell’intera pianta. L’unica difesa sono le rotazioni.

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.