1) AMBIENTE: PROTESTA ALLEVATORI AD ACERRA (NA), MILLE PECORE IN COMUNE
(AGE) ACERRA, Napoli – Circa mille pecore sono state portate nel municipio di Acerra (Napoli), dagli allevatori delle famiglie Gerlando e di Vincenzo e Mario Cannavacciuolo, che chiedono la convocazione urgente di un tavolo di concertazione con il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, e denunciano un alto “tasso di inquinamento da diossina sul territorio”. Secondo gli allevatori, le ultime analisi effettuate sul latte delle pecore, hanno rilevato un alto tasso di diossina, che richiede l’abbattimento delle greggi. “Nel latte delle nostre pecore – ha sostenuto Vincenzo Cannavacciuolo – è stato riscontrato un tasso di 9 picogrammi di diossina, il cui limite massimo è fissato a 3. Lo scorso anno il livello era di 7 picogrammi, e pur non avendo cambiato il regime alimentare, la diossina continua ad aumentare”. Cannavacciuolo, inoltre, ha sottolineato che sono state oltre 1600 le pecore morte in due anni. “Ora il nostro allevamento conta solo 400 capi di bestiame – ha aggiunto – altre dieci pecore sono morte questa mattina. I Gerlando possiedono ancora un migliaio di pecore, e nel latte del loro bestiame il livello di diossina è di 3,48. Non sappiamo più cosa fare, la Regione non ci da risposte, e noi abbiamo bisogno che il problema sia risolto una volta per tutte. Chiediamo al sindaco Espedito Marletta di farsi da portavoce delle nostre richieste, così come ha fatto con i disoccupati, e che richieda un incontro urgente con Guido Bertolaso per istituire un tavolo di concertazione”. “Visto l’alto inquinamento ambientale – ha concluso l’allevatore – dovrebbero spinare i confini della nostra città, in modo da limitare i danni”. Gli allevatori hanno portato le pecore nell’androne del municipio di Acerra. Sul posto sono giunte le forze dell’ordine. (AGE) RED-CENT
13/03/2006 – 16:19

2) FOGGIA: GRANO DURO, IL 15 MARZO CONVEGNO PUBBLICO
(AGE) FOGGIA – “Grano Duro: la qualità come leva competitiva della filiera agroalimentare in Capitanata”, è il tema del tavolo tecnico che si svolgerà mercoledì 15 marzo 2006 a partire dalle ore 10 presso il Padiglione della Camera di Commercio della Fiera di Foggia. All’incontro, organizzato dall’Osservatorio Grandangolo con il patrocinio dell’ Ente Camerale Dauno e la Provincia di Foggia, si cercherà di individuare una strategia commerciale ad hoc, per scongiurare un abbandono sistematico della coltivazione storica della Capitanata, da tutti riconosciuta come il “Granaio d’Italia”. Parteciperanno Sebastiano Giannico, Franco Suglia (agronomo), Natale Di Fonzo, Onofrio Giuliano, Dante Piemontese (responsabile commerciale del molino Tamma), Emanuele Tarantino, Carlo Di cesare e Franco Parisi. Concluderà Umberto Sacco, vicepresidente Italmopa. Modererà l’incontro il vicepresidente dell’Osservatorio Grandangolo, Marco Trombetta. L’ evento è stato organizzato grazie alla collaborazione di Vincenzo Cirulli, giovane imprenditore del settore cementiero, e di Paolo Convertito Blasio, responsabile Regione Puglia del Grandangolo. (AGE) COM – GIF

3) PROTEZIONE CIVILE CAMPANIA Maltempo, previste nevicate anche intorno ai 500 mt.
La Protezione civile regionale rende noto che sono previste nevicate sulla catena appenninica campana anche a bassa quota, intorno ai 500 metri. Si raccomanda, pertanto, di mettersi in viaggio, se diretti verso zone interne e collinari, muniti di catene. Le condizioni meteorologiche tendono al miglioramento per ciò che riguarda le piogge. In serata è previsto un rinforzo dei venti e del mare che potrebbe mettere a rischio i collegamenti con le isole del Golfo.
12/03/2006


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.