Ambiente & Agricoltura
16/02/2006 – 18:58
ACQUA: CAMPANIA; COMUNI A SECCO PER ROTTURA CONDOTTA REGIONALE
(AGE) NAPOLI – Comuni a secco nel Napoletano. In seguito alla rottura della condotta adduttrice 1300, nel tratto tra Santa Maria la Foce e Boscotrecase, in località Cangiani, verificatasi nelle prime ore del mattino, i comuni di Torre Annunziata, Pompei, Boscoreale, Scafati, San Marzano, Poggiomarino e Striano sono rimasti senza acqua. Una situazione di disagio che arriva ad una settimana circa da un’altra rottura, sempre sulla stessa condotta, anche se in un tratto diverso, che causò la mancanza d’acqua per migliaia di cittadini. Oggi in alcuni comuni l’assenza d’acqua si è verificata a macchia di leopardo, in altri, come Poggiomarino, San Marzano sul Sarno e Scafati è stata totale. Disagi che potrebbero durare fino a sabato, quando è prevista la fine dei lavori di ripristino che vedono impegnati i tecnici della Regione. Una rottura della condotta regionale, quella verificatasi, aggravata ancora di più da una grossa perdita registrata sulla diramazione della condotta regionale 800, che solitamente viene attivata in sostituzione della condotta 1300. Una situazione di disagio a cui sta cercando di far fronte la Gori, il gestore servizio idrico integrato dell’Ato 3 (comprensivo di 76 comuni del napoletano e del salernitano) che ha predisposto un servizio autobotti per distribuire acqua potabile. “Le situazioni più critiche – sottolineano i responsabili dei distretti Vesuviano-Costiero e Sarnese, Agostino Popolo e Luca Matrecano – riguardano i comuni di San Marzano sul Sarno, Scafati e Poggiomarino, in quanto alla rottura della condotta di Santa Maria la Foce si è aggiunta una grossa perdita sulla diramazione della condotta regionale 800. Acqua, invece, a macchia di leopardo negli altri comuni grazie alla presenza di pozzi”. “La Gori – è spiegato in una nota – ha predisposto un servizio di autobotti per distribuire acqua potabile e continuerà a garantire il massimo impegno. A Poggiomarino abbiamo, infatti, acquistato seimila litri di acqua minerale distribuiti nelle principali piazze grazie all’ausilio dei volontari della protezione civile”. “Per ridurre ulteriormente i disagi sono state, inoltre, installate due fontanine pubbliche – conclude la nota – allacciate alle condotte dei comuni vesuviani gestite dalla Gori, una in via Casa Cirillo, tra Trecase e Torre Annunziata, e l’altra nei pressi del tribunale di Torre Annunziata”. (AGE) RED-CENT


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.