BASILICATA. Abriola(Pz): sapori del territorio protagonisti a tavola.

Si è svolta ad Abriola presso l’hotel Pierfaone la riunione degli chef del sud Italia.
Alla conferenza delle Regioni e Provincie del Sud Italia hanno partecipato le berrette bianche di Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria.
L’iniziativa è stata organizzata dall’Unione regionale cuochi lucani (Urcl) in collaborazione con la Federazione italiana cuochi (Fic). All’ordine del giorno la discussione del nuovo regolamento della Fic. Novità assoluta il passaggio della federazione da associazione a azienda imprenditoriale.
<>.
Sui prodotti, Caldana ha detto che <>.
<>.
E i peperoni di Senise sono tra i prodotti più conosciuti nelle regioni limitrofe e utilizzati in cucina.
In Puglia, il presidente dell’associazione cuochi di Bari, ha parlato del loro utilizzo con uno dei piatti principi della cucina pugliese, le orecchiette e cime di rame, rese più gustose con i cruschi. Altro prodotto molto apprezzato il pecorino di Moliterno utilizzato per il ripieno delle braciole di cavallo grazie a un sapore meno aggressivo.
E ad accompagnare i piatti, l’Aglianico del Vulture.
Anche il presidente dell’Unione regionale della Campania, Gaetano Ricci che diverse volte ha gustato la cucina lucana, ha una predilezione per le minestre, soprattutto quella con cicorie e fave, ma anche il pane di Matera e i prodotti lattiero caseari. <>.
Sulla valorizzazione dei prodotti locali, anche il presidente del Molise, Vittorio Sallustio ha espresso il lavoro che stanno facendo nella sua Regione per valorizzare al meglio in cucina.
<>.
Il pranzo è stato curato dallo staff di cucina dell’Hotel Pierfaone diretto dallo chef Antonio D’Agrosa.
Un menù preparato con i prodotti lucani, dal ventaglio di podolica con scaglie di caciocavallo stagionato in grotta e insalatina primaverile, a un primo a base di cavatelloni di grano duro “Senator Cappelli” con funghi cardoncelli e tartufo lucano su fonduta di pecorino di Filiano, a una millefoglie di maiale nero lucano con peperoni di Senise arrosto e scamorza, pane di Matera aromatizzato alle erbe su petali di patate e per finire in dolcezza una griglia di cioccolato con ricotta e pere su crosta di frolla con miele lucano al castagno e fico caramellato di Pisticci.
Leccornie lucane per un peccato di gola.


Iranna De Meo
giornalista free lance
referente Basilicata per l’Arga Campania.
Mobile + 39 347-9553076
da: Iranna De Meo


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.