SOCIALISTI: DI LELLO (SDI), COMBATTIAMO ANTIPOLITICA CON POLITICA =

Roma, 5 ott. (Adnkronos) – Un partito socialista per combattere
l’antipolitica “con la politica con la p maiuscola”.

Marco Di Lello,assessore al territorio della Regione Campania e
membro della segreteria dello Sdi, saluta “con entusiasmo” il varo
della nuova formazione politica attraverso la Costituente
socialista, che oggi e domani celebra a Roma “le primarie delle idee”. “Nasce un partito
socialista -dice Di Lello all’ADNKRONOS- che vuol
combattere l’antipolitica con la politica con la p maiuscola,
compiendo delle scelte e governando”.
“Proprio per questo -aggiunge- noi partiamo dal programma,mentre altri, mi riferisco al Pd, si preoccupano di fare un partito
sistemando prima correnti e sotto correnti”.
Un partito socialista quindi che
“non vuole proporre semplicemente l’unita’ socialista, ma che guarda avanti mettendo insieme dirigenti
socialisti ed esponenti che provengono da altre esperienze, basti pensare a Grillini, Angius e
Barbieri”. (segue)
(Sam/Pe/Adnkronos)
05-OTT-07 17:18

SOCIALISTI: DI LELLO (SDI), COMBATTIAMO ANTIPOLITICA CON POLITICA (2) =
(Adnkronos) – Entrando nello specifico del programma, quali i
punti centrali? “Prioritario deve essere puntare a sconfiggere la
diseguaglianza attraverso la valorizzazione del merito. Purtroppo viviamo ancora in una societa’ dove prevale la
differenza di censo, per cui le opportunita’ del figlio di un operaio non sono le stesse
rispetto a quelle del figlio di un professionista.Questo va superato
riportando al centro il merito”.
Guardando all’attualita’ politica, qual e’ la ricetta giusta per
superare le difficolta’ di governo e maggioranza?
“Occorre un rilancio vero dell’azione di governo, purtroppo -dice ancora l’esponente dello
Sdi- fino ad oggi prevale la paralisi piuttosto che la
sintesi”.
Tradotto in termini concreto rispetto alla finanziaria?
“Certamente e’migliore rispetto allo scorso anno, ma si poteva fare
di piu’,evitando nuove spese e cercando di liberare piu’
risorse per il risanamento e lo sviluppo”. E il protocollo sul
welfare “garantisce troppo i gia’ garantiti. Si dice che non deve
cambiare, ma se qualche modifica verra’ fatta dovra’ servire per liberare piu’ risorse per i
precari”.
Infine i rapporti con il Pd: contiene tutto e il contrario di
tutto. Ci auguriamo -conclude Di Lello- che alla fine compia scelte
che consentano un dialogo per dare impulso all’azione riformista”.
Sam/Pe/Adnkronos)
05-OTT-07 17:25

da: Elisabetta Donadono [donadono@gmail.com]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.