Su tutti gli alberi da frutto devono essere asportati i polloni e i germogli che si sviluppano alla base dei fusti. Nell’orto si sarchia e zappetta fra le file di ortaggi per contenre lo sviluppo delle erbacce. Per quanto riguarda i fiori bisogna cimare gli steli principali di dalie e crisantemi per ottenere più fiori. Dopo che le rose e gli altri fiori sono appassiti bisogna asportarli dalla pianta , si facilita la nascito e lo sviluppo di nuovi boccioli. Le foglie di ortica vanno raccolte, macerate e utilizzate per combattere gli afidi. Nell’orto vanno seminati piselli, fagioli, zucchine, cetrioli e meloni. Bisogna curare bene la manutenzione delle ciliegie appendendo strisce di carta bianca o luccicante ai rami degli alberi per impedire agli uccelli di rovinare la frutta. Le piante che sono rimaste in casa durante l’inverno è bene che vengano trasferite all’esterno in una zona ombrosa. Tuttavia se qualcuna di esse mostra di essere in ottima forma, non và rimossa perché significa che ha trovato il posto giusto. Da questo mese le piante vanno innaffiate abbondantemente un paio di volte la settimana, concimandole almeno una volta al mese. Le piante in terrazzo vanno protette dalla luce diretta del sole nelle ore calde e per abbellire il terrazzo realizzare un angolo colorato piantando tagetes, petunie, begonie, che rallegrano l’ambiente con le abbondanti fioriture. Vanno controllati i vasi appesi esternamente ai balconi e la loro tenuta in particolare. Per il giardino basta un poco di pioggia per far crescere l’erba a vista d’occhio. Ma prima di tagliare bisogna aspettare dopo il 15 maggio. In tal modo i fiori primaverili spargono i loro semi a largo raggio assicurando una fioritura più piena del prato e richiamando farfalle in quantità.

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.