A luglio le piante d’appartamento hanno bisogno d’ombra, basta chiudere le tende delle finestre, durante le giornate di sole, altrimenti basta tenere le tende aperte e il venticello farà il resto, anche perché il sole riflesso nei vetri potrebbe bruciare le piante.Le piante in terrazzo vanno renute riparate dalla calura. In giardino alcune piante vanno potate dopo la fioritura fra queste vi sono la forsythya, la camelia, il gelsomino, il caprifoglio, le rose rampicanti. Si tolgono i rami secchi vecchi o malati. Quelli che hanno già fiorito si accorceranno a tre foglie e quelli che ancora non lo hanno fatto si lasciano stare, togliendo eventualmente solo quelli presenti in soprannumero. In terrazzo se i gerani appassiscono è colpa del fungo Verticillium che si sviluppa quando c’è eccessiva umidità. Troppa acqua, infatti, danneggia la pianta, bisogna recidere le parti ammalate e si riprenderà tutta la pianta. Nell’orto si raccolgono le barbabietole rosse, le carote, le cipolle, l’aglio, le patate, i porri, le rape. Per le carote che si raccolgono scalarmene, curare che non vi siano ristagni d’acqua che le farebbero marcire. Gli afidi o pidocchi delle piante ora si fanno aggressivi. Trattare con macerata d’ortica, preparata facendo macerare 1 kg. di foglie fresche in 10 litri d’acqua per 10 giorni. Se si irriga con continuità, con il sole di questo mese, gli ortaggi da foglia ricacceranno molto velocemente. Perciò vanno tagliati alla base non appena sono ben sviluppati, sì da ottenere sempre foglie tenere. Si raccolgono pomodori, peperoni, melanzane, cetrioli, zucchini, fagioli, fagiolini, piselli. Sono pronti anche susini e albicocche, pere e mele estive.

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.