Con l’arrivo di giugno si tirano un po’ le somme su quanto seminato.
Per aiutare l’apparato radicale in questo mese di massimo sviluppo, bisogna irrigare con frequenza ortaggi e piante da frutto.
Bisogna anche lavorare le immediate vicinanze del fusto e spargervi l’erba falciata come pacciamatura.
Per i fiori bisogna guardare alle inflorescenze delle piante con fiori a grappolo, come i lupini, vanno tagliate non appena cominciano ad appassire.
I tulipani e gli altri bulbi ormai sfioriti si estirpano e conservano in cassette al buio.
Bisogna curare particolarmente l’irrigazione degli ortaggi come lattughe , insalate, rucola, biete e basilico; irrigare possibilmente per scorrimento curando che l’acqua non ristagni alla base delle piante.
Nel vigneto bisogna asportare la cima dei tralci lasciando le ultime 6-7 foglie che si trovano dopo l’ultimo grappolo.
Tutte le sostanze nutritive verranno così usate per favorire la maturazione dell’uva e non dei tralci.
Per quanto riguarda le piante d’appartamento, una buona regola per innaffiare è quella di riempire l’innaffiatoio subito dopo averlo usato, in maniera da avere poi a disposizione per la bagnatura successiva dell’acqua riposata e a temperatura ambiente. Mai innaffiare sotto il sole, ma nelle ore serali e notturne.Il giardino aspetta queste piante: lavanda, menta, melissa, tagetes, buddleia, crisantemi.
Attiranno le farfalle che, al pari dei fiori colorati, apportano belle zza e vivacità al giardino. Si può dedicare un angolo del giardino a queste coltivazioni ricavandone un giardino delle farfalle.
Dopo aver imbottigliato il vino, nella cantina or che riposa tranquilla, bisogna approfittarne per una scrupolosa pulizia igienico sanitaria e messa in ordine dei locali, effettuando in questo periodo favorevole anche le imbiancature delle pareti che si fa utilizzando il grassello di calcio reperibile facilmente nei magazzini di materiali per l’edilizia. Una volta sciolto in acqua si distribuisce a spruzzo o a pennello.

Con la luna nuova i lavori nell’orto si seminano a dimora in piena terra gli spinaci estivi. Nel giardino si semina in piena terra le piante biennali: garofano dei prati(dianthus), primula, campanula, altea rosea, digitalis, non ti scordar di me. Si deve cimare lo stelo principale dei crisantemi per ottenere fiori e piantare in piena terra e geranei.
Con la luna crescente, il primo quarto, si semina a dimora in piena terra, radicchio estivo, cavolo invernale, rapa, fagioli, fagiolini.
Bisogna trapiantare a dimora in piena terra sedano a costa, sedano rapa, cavolfiori, cavoli, broccoli.
Nel giardino si seminano i ciclamini e si piantano in piena terra i gerani.
Con la luna piena si semina a dimora in piena terra lattuga estiva, radicchio estivo, cavolo invernale, rapa, fagiolo, fagiolino.
Bisogna trapiantare a dimora in piena terra lattuga estiva, cicoria invernale, scarola invernale, rapa.
Nel frutteto vanno eseguiti lavori di pulizia e sistemazione del frutteto.
Nel giardino si semina in piena terra la viola ciocca.
Con l’ultimo quarto, luna calante, Bisogna continuare i lavori di pulitura e sistemazione del frutteto.

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.