25 febbraio 2004 – 48.Bonsai, III parte: la potatura.
Per dare al bonsai la forma e lo stile desiderati è necessario sottoporlo costantemente ad una attenta potatura dei rami alla cimatura di foglie e germogli. Queste operazioni servono inoltre a ridurre sensibilmente la crescita dell’albero e a ottenere un insieme di foglie piccole e fitte. Tutti gli stili bonsai sono caratterizzati da un’ampia spaziatura tra foglie e rami, ottenuta a ppunto con potatura e cimatura: in questo modo si consente ad ogni singola parte della pianta di assorbire tutta l’aria e la luce necessaria a una crescita sana e vigorosa. Ogni bonsai va creato per essere osservato secondo un preciso punto di vista, frontale e ad altezza d’occhio. Una prima potatura servirà quindi a eliminare rami che crescono verso il potenziale osservatore. Un’altra servirà a spogliare completamente dei rami il terzo inferiore del tronco che di regola deve essere nudo. I rami non voluti, quelli che appaiono malati o risultano avere delle malformazioni, andranno eliminati immediatamente e verranno staccati dal tronco con l’apposito utensile . Nel momento in cui si sceglie l’albero, bisogna ricordare che per ottenere un bonsai ben equilibrato e che dimostri una certa età sarà necessario fare in modo che tutti i rami grossi si trovino sulla parte più bassa del tronco e mai vicino al suo apice. Un albero giovane tende a crescere verso l’alto, ma l’alberello bonsai opportunamente potato sarà caratterizzato da una crescita laterale dei rami, che andranno costantemente dividendosi in una miriade di ramoscelli più piccoli. La potatura va effettuata nei periodi di crescita attiva della pianta, ossia in generale, nella tarda primavera e nella tarda estate. E’ necessario ripetere gli interventi(per gli alberi decidui) almeno ogni 15-20 giorni. La maggior parte degli alberi decidui a foglie alternate va potata eliminando il ramo o rametto eccedente, tagliando subito sopra una gemma che sia rivolta verso il basso o di lato; questo per dare verosimiglianza all’apparente lunga età dell’albero, dal momento che la tendenza dei rami degli alberi di una certa età è di crescere verso il basso. La lunghezza del ramo che si vorrà eliminare dipenderà dal risultato che ci si propone, ma sarà bene ricordare di non potare tutti i rami nella stessa misura. Bisogna tenere presente che di norma il ramo dovrebbe assottigliarsi partendo dal tronco verso l’apice.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.